EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La Germania è stata condannata dalla Cig per il caso per genocidio a Gaza intentato dal Nicaragua?

Image
Image Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di James Thomas
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Un video del caso che il Nicaragua ha intentato contro la Germania presso la Corte internazionale di giustizia per presunta complicità nel genocidio a Gaza è stato decontestualizzato. Il fact-checking di The Cube

PUBBLICITÀ

Sui social media circola un video che afferma falsamente di mostrare un giudice della Corte internazionale di giustizia che ordina alla Germania di ritirare il suo sostegno a Israele nella causa per genocidio a Gaza intentata dal Nicaragua contro lo Stato tedesco.

Ma non solo il procedimento è ancora in corso, la persona nel video non è nemmeno un giudice. Diamo un'occhiata più da vicino.

Il video e la sua descrizione sono fuorvianti

All'inizio di marzo il Nicaragua ha intentato una causa contro la Germania presso la Corte internazionale di giustizia, sostenendo che Berlino è complice del genocidio a Gaza attraverso il suo sostegno politico e finanziario a Israele. La Germania ha negato con veemenza le accuse.

Da allora su Instagram e altri social network è apparso questo video che mostra presumibilmente un giudice della Corte internazionale di giustizia che chiede alla Germania di sospendere immediatamente gli aiuti a Israele. La didascalia in tedesco dice che la Germania è stata “condannata”, sottintendendo che il tribunale ha già emesso una sentenza sul caso e si è pronunciato contro la Germania.

Tuttavia, ciò è fuorviante. Per cominciare, l'uomo nel video che sta parlando alla Corte in relazione al caso del Nicaragua non è un giudice. Si tratta invece del segretario della Cig, Philippe Gautier. Ha una serie di compiti, anche giudiziari, come la gestione dei procedimenti e dei documenti, ma non è il giudice che presiede il caso.

Il testo che legge nel video è quello di una serie di misure provvisorie che il Nicaragua ha chiesto alla Corte di ordinare, piuttosto che una sentenza. Tra queste, l'ordine alla Germania di sospendere la fornitura di attrezzature militari a Israele e di fare il possibile per garantire che le armi tedesche già presenti in Israele non vengano utilizzate per contribuire al presunto genocidio.

Vale la pena sottolineare che nel video il segretario parla in inglese. I giornalisti della redazione tedesca di Euronews hanno verificato i sottitoli, che nel complesso sono accurati: è il video che è stato estrapolato dal contesto. Il video in sé, infatti, è reale ed è stato girato durante un'udienza del procedimento. È stato solo titolato in modo errato.

La Corte sta ancora deliberando sul caso

Il video si può trovare sul sito ufficiale della Cig. La clip in questione inizia all'incirca al minuto 9:53 ed è chiaramente inquadrata nel video completo come un elenco di richieste del Nicaragua. Il presidente della Corte Nawaf Salam chiede a Gautier di leggere le richieste alla Corte e il segretario fa notare esplicitamente che sta citando i documenti del tribunale nicaraguense.

Come se non bastasse, è sbagliato anche suggerire che si tratti di una sentenza della Corte, perché la Cig sta ancora deliberando sul caso. Recentemente ha pubblicato una dichiarazione in cui afferma che le udienze pubbliche sulla questione sono terminate e che le deliberazioni sono iniziate. Il tribunale ha dichiarato che emetterà il suo verdetto in un'altra udienza pubblica, in una data ancora da stabilire.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, caso spionaggio cinese: Krah rimarrà capolista dell'Afd alle elezioni europee

Gaza, Borrell: "Distruzione nella Striscia peggiore che in Germania nella Seconda guerra mondiale"

Germania, ancora una spy story: arrestate tre persone a libro paga della Cina