Striscia di Gaza, i dubbi online sulla liberazione di lunedì dei due ostaggi israeliani

Luis Har, uno degli ostaggi appena liberati, abbraccia i suoi parenti nello Sheba medical center di Ramat Gan, Israele, 12 febbraio 2024
Luis Har, uno degli ostaggi appena liberati, abbraccia i suoi parenti nello Sheba medical center di Ramat Gan, Israele, 12 febbraio 2024 Diritti d'autore AP/AP
Diritti d'autore AP/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Alcuni utenti dei social media sostengono che lunedì l'esercito israeliano ha inscenato la liberazione dei due ostaggi israeliani per giustificare l'attacco aereo su Rafah. E in realtà i due uomini sarebbero stati liberati già da tempo

PUBBLICITÀ

I due ostaggi israeliani recentemente liberati sono stati in realtà liberati più di un mese fa?

È quanto sostengono alcuni utenti dei social media, secondo i quali Israele avrebbe usato questa operazione di salvataggio per giustificare l'attacco a Rafah.

Andiamo a scoprire la verità. 

Due uomini fatti prigionieri da Hamas il 7 ottobre sono stati salvati lunedì dall'esercito israeliano. Durante il raid Israele ha effettuato attacchi aerei che, secondo il ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas, hanno ucciso circa 100 persone a Rafah, la città più meridionale della Striscia di Gaza.

I due uomini, Louis Har e Fernando Marman, erano stati rapiti nel kibbutz di Nir Yitzak e hanno trascorso 128 giorni in cattività

Ma secondo alcuni utenti dei social media Har e Marman non sono stati liberati durante questo assalto, bensì sono stati salvati dalle Forze di difesa israeliane (Idf) più di un mese fa.

Alcuni hanno condiviso quello che sostengono essere uno screenshot di un articolo di Haaretz, un giornale israeliano, che dice che i due ostaggi sono stati liberati "in un'operazione delle forze di difesa israeliane il 2 febbraio 2024".

Altri hanno twittato lo screenshot di un altro presunto articolo, apparso questa volta sul Times of Israel, che afferma che uno degli ostaggi, Louis Har, è stato salvato nel dicembre 2023.

Alcuni ritengono che questa sia la prova che Israele ha inscenato una finta liberazione degli ostaggi come scusa per attaccare la città di Rafah.

Abbiamo consultato il sito web di Haaretz e abbiamo trovato l'articolo originale sulla liberazione degli ostaggi, che dice che i due uomini sono stati rilasciati il 12 febbraio, la data corretta. Questo significa che lo screenshot che sta circolando online è stato falsificato.

Per quanto riguarda l'articolo del Times of Israel, possiamo verificare utilizzando uno strumento chiamato Wayback machine, che ci mostra come una pagina web è stata modificata nel tempo. 

E come si può vedere il 19 dicembre, quando l'articolo è stato pubblicato per la prima volta, il titolo diceva "tenuto prigioniero", non "rilasciato". Lo strumento mostra che il titolo e il contenuto dell'articolo sono stati modificati a partire dal 12 febbraio, dopo l'incursione di Israele, per menzionare il rilascio dei due ostaggi. Ma la data iniziale dell'articolo rimane il 19 dicembre, il che ha causato tutta questa confusione online.

Image
ImageTimes of Israel / Wayback Machine

Secondo Israele su circa 250 persone rapite il 7 ottobre, 130 sono ancora a Gaza, 29 dei quali si ritiene siano morte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giornalisti uccisi nel mondo nel 2023, su 99 almeno tre quarti morti a Gaza

Missili iraniani su Tel Aviv, ma è un fake: online l'AI spopola e non sempre bene

Salute e disinformazione: fumare fa dimagrire?