EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Turchia, Spagna, Italia: le preoccupazioni degli europei per il cambiamento climatico

In prospettiva, il numero di persone che si aspettano che il cambiamento climatico abbia un forte impatto sulla propria area nei prossimi 10 anni è pari a una media globale del 71%.
In prospettiva, il numero di persone che si aspettano che il cambiamento climatico abbia un forte impatto sulla propria area nei prossimi 10 anni è pari a una media globale del 71%. Diritti d'autore Li-An Lim
Diritti d'autore Li-An Lim
Di Rebecca Ann Hughes
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I cambiamenti climatici minacciano sempre più la popolazione europea.

PUBBLICITÀ

Secondo un nuovo studio, sette persone su dieci prevedono che il cambiamento climatico avrà "conseguenze gravi" sul clima della loro regione entro i prossimi 10 anni.

Ipsos, una società multinazionale di ricerche di mercato, ha pubblicato un sondaggio per spiegare la percezione degli europei del cambiamento climatico e la loro opinione sulle azioni che i governi stanno intraprendendo per affrontarlo, a soli pochi giorni dalla COP28, che vedrà riuniti 167 leader mondiali a Dubai.

Ecco cosa dicono i cittadini europei sugli effetti del clima che stanno già avvertendo e come vedono il futuro dei loro Paesi.

Quali Paesi europei sentono già gli effetti del cambiamento climatico?

Lo studio Ipsos ha interrogato oltre 24.000 adulti in 31 Paesi sulle loro opinioni in merito al cambiamento climatico. Tra i Paesi europei figurano Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Ungheria, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Svezia e Turchia.

È emerso che quasi sei persone su 10 a livello mondiale temono un grave effetto del cambiamento climatico nell'area in cui vivono, anche se questo varia notevolmente da Paese a Paese. In Europa, il79% degli intervistati ha dichiarato che il cambiamento climatico sta già avendo gravi conseguenze. Solo in due Paesi, la Gran Bretagna e laSvezia, ci sono meno di due quinti delle persone che dichiarano di notare effetti gravi (rispettivamente 34% e 24%).

Quali effetti avrà il cambiamento climatico nel prossimo decennio?

Quando la domanda è posta al futuro, 71% degli intervistati prevedono che i cambiamenti climatici avranno un impatto grave sulla loro regione nei prossimi 10 anni. Due su cinque temono di dovere abbandonare la propriacasa entro i prossimi 25 anni, con i livelli più alti di preoccupazione in Turchia (68%) e Brasile (61%).

"Mentre i leader mondiali si riuniscono alla COP, quest'ultima ricerca Ipsos rivela una cruda realtà: la maggior parte delle persone non solo assiste ai gravi impatti del cambiamento climatico, ma pensa addirittura che la situazione è destinata a peggiorare", afferma Lauren Demar di Ipsos.

I Paesi meno preoccupati sono tutti europei: in Gran Bretagna, Polonia, Svezia, Germania e Paesi Bassi, le persone che temono di essere costrette a lasciare la loro casa sono uno su quattro, o meno.

I governi europei non forniscono abbastanza informazioni sul cambiamento climatico

Quando però si parla di comunicazione governativa sul cambiamento climatico, i Paesi europei sono bassi in classifica.

Alla domanda su quanto il governo stia informando i cittadini sui potenziali impatti dei cambiamenti climatici, il 29% degli ungheresi ha risposto "per niente", mentre il 45% ha risposto "non abbastanza bene".

In Spagna, Polonia, Turchia e Italia, oltre il 70% dei cittadini ritiene che il proprio governo non stia facendo abbastanza per comunicare sui cambiamenti climatici.

I Paesi europei stanno facendo abbastanza per affrontare il cambiamento climatico?

A livello globale, solo il 36% dei cittadini ritiene che il proprio governo si stia impegnando a fondo per affrontare i cambiamenti climatici.

In Europa, il Paese con la posizione più bassa è il Belgio, dove solo il 22% dei cittadini ritiene che le azioni del governo siano adeguate, seguito da Turchia, Francia e Polonia con il 23%.

I Paesi Bassi sono il Paese con la posizione più alta: il 44% degli abitanti ritiene che il governo si stia impegnando a sufficienza per affrontare il cambiamento climatico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Quando finirà quest'ondata di calore in Europa?

La resilienza idrica non può essere ignorata: l'appello di 21 Stati membri dell'Ue

Salute, un nuovo studio rivela: i bambini che vivono vicino a spazi verdi hanno polmoni più sani