This content is not available in your region

Allarme incendi: brucia la Sicilia, 4 vittime in Turchia

euronews_icons_loading
Allarme incendi: brucia la Sicilia, 4 vittime in Turchia
Diritti d'autore  Vigili del Fuoco
Di Eloisa Covelli
Dimensioni di testo Aa Aa

È stato un venerdì da dimenticare per la Sicilia, che ha combattuto con gli incendi da Parlermo a Catania, da Enna al messinese. Colpa di piromani, probabilmente, e del caldo record che non allenterà la morsa prima del 6 agosto.

L'aeroporto di Catania è stato chiuso per un'ora circa, per domare le fiamme, che hanno toccato la periferia della città. Un vasto rogo si è sviluppato tra il rione Fossa della creta e via Palermo. Alcune famiglie che hanno tentato di difendere le loro abitazioni aggredite dalle fiamme usando l'acqua di casa. Ci sono stati anche momenti di tensione tra gli abitanti - che sono stati costretti a lasciare le abitazioni - e i soccorritori, dovuti alla tensione del momento. Un rogo ha distrutto lo stabilimento balneare "Le Capannine" del lungomare della Plaia.Altri 15 incendi, nel catanese, sono segnalati nella zona fra Paternò, Ragalna e Biancavilla, e 14 nel Calatino. 150 persone dei villaggi Primosole e Azzurro si sono rifiugiate sulla spiaggia dove sono state soccorse dalla guardia costiera con dei gommoni. Alcuni di loro hanno perso la casa e sono stati alloggiati nel Palazzetto dello sport di piazza Spedini messo a disposizione dal Comune.

Le fiamme hanno minacciato Lido di Noto, mentre nel palermitano diverse case sono state fatte evacuare.I pompieri e i forestali hanno lavorato ininterrottamente per spegnere le fiamme divampate tra Piana degli Albanesi, Strasatto Altofonte e San Giuseppe Jato. Mentre su Palermo è caduta la cenere degli incendi circostanti. A Portella della Ginestra la cenere ha ricoperto tutto il sacrario, luogo dell'eccidio del primo maggio 1947. Le fiamme hanno annerito anche i sassi del memoriale con le date che ricordano la strage e i nomi delle vittime.

Il presidente della Regione Nello Musumeci ha invocato il carcere a vita per i piromani.

Nel sud della Turchia le fiamme hanno fatto 4 vittime: un volonatario di 25 anni, una coppia e un 80enne. Più di 50 persone sono finite in ospedale e decine hanno visto le loro case in fiamme. I pompieri stanno ancora combattendo con gli incendi in 14 località nel sud e nella regione dell'Egeo. Da mercoledì altri 57 roghi sono stati domati dai vigili del fuoco, secondo le cifre date da Erdogan.

L'incendio peggiore ha colpito la zona di Manavgat e Akseki nella provincia di Antalya, dove le fiamme hanno minacciato le case.

Giovedì l'incendio nelle zone montane di Marmaris ha minacciato case e hotel mentre gli ospiti di un hotel di lusso nella località balneare di Guvercinlik, vicino alla città di Bodrum, nell'Egeo, sono stati evacuati a bordo di alcune barche.