ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Grecia: le fiamme minacciano il sito archeologico delle prime Olimpiadi

Access to the comments Commenti
Di Eloisa Covelli Agenzie:  Ap
euronews_icons_loading
Le fiamme minacciano l'antico sito delle Olimpiadi in Grecia
Le fiamme minacciano l'antico sito delle Olimpiadi in Grecia   -   Diritti d'autore  Giannis Spyrounis/ilialive.gr via AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli incendi stanno mettendo in ginocchio Grecia e Turchia.

In Grecia il sito archeologico di Olimpia, dove sono nate le Olimpiadi, è minacciato dalle fiamme, mentre i pompieri stanno cercando di salvare un ex palazzo reale a Tatoi alle porte di Atene.

Un nuovo incendio ha toccato le case a nord di Atene, mentre gli incendi che da giorni infuriano nella Grecia meridionale hanno costretto a ulteriori evacuazioni giovedì.

Il Paese sta contrastando una crisi ambientale senza precedenti. Ci sono vasti incendi in diversi parti del Paese. Questo è il risultato dell'ondata di caldo che sta entrando nella seconda settimana.
Kyriakos Mitsotakis
primo ministro greco

Sono stati segnalati 99 nuovi incendi mentre più di 50 villaggi e insediamenti sono stati evacuati, tra cui un campeggio sulla spiaggia e un hotel a Evia, dove i vacanzieri sono sfuggiti alle fiamme via mare.

La Turchia combatte con le fiamme da 9 giorni

In Turchia si è evitata la catastrofe. Dopo 11 ore i pompieri sono riusciti a domare le fiamme nella centrale elettrica a carbone di Mugla, che miracolosamente non è stata danneggiata. Ma il fuoco sta continuando a divampare nella provincia. Il Paese combatte da 9 giorni con la peggiore ondata di incendi di tutti i tempi, 8 persone ci hanno già lasciato la vita.

Molte zone sono state evacuate. I resort di Bodrum e Antalya sono stati svuotati

Vorrei dire che la situazione è migliorata. Il fuoco non si è esteso grazie al lavoro instancabile dei nostri amici e degli interventi via aria e via terra.
Mevlut Cavusoglu
ministro degli Esteri turco

Ma non bisogna abbassare la guardia, perché i venti potrebbero di nuovo mettere a rischio la centrale.