Picasso cercò di distruggerla: ora Françoise Gilot ha una galleria nel suo museo

L'artista Francois Gilot posa con le sue opere in occasione di una mostra personale d'arte a Milano, il 21 dicembre 1965.
L'artista Francois Gilot posa con le sue opere in occasione di una mostra personale d'arte a Milano, il 21 dicembre 1965. Diritti d'autore AP Photo, File
Diritti d'autore AP Photo, File
Di Amber Louise Bryce
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Françoise Gilot ha abbandonato Picasso e lui ha cercato di rovinarle la vita. Ora sta finalmente ottenendo il riconoscimento che merita, con una galleria dedicata al Museo Picasso di Parigi

PUBBLICITÀ

Françoise Gilot è stata l'unica donna a scaricare Pablo Picasso, che per questo motivo promise di rovinare la sua carriera. Artista di successo, i meriti di Gilot sono stati a lungo oscurati dalla sua relazione sentimentale con Picasso, che ha usato il suo potere e la sua influenza sulla scena artistica francese per metterla sulla lista nera dopo la loro separazione.

Il Museo Picasso spera di rimediare a questi errori con una galleria dedicata a Gilot, morta l'anno scorso all'età di 101 anni, nell'ambito della mostra permanente su Picasso appena rinnovata. "Non viene presentata come musa o ispirazione di Picasso. Non ci sono immagini di lei o fotografie, ma ci si concentra su Françoise Gilot come artista", ha dichiarato un portavoce del museo al Guardian.

Chi era Françoise Gilot?

L'artista Francoise Gilot durante un'intervista con Reginald Bosanquet sul suo libro di memorie nel 1965.
L'artista Francoise Gilot durante un'intervista con Reginald Bosanquet sul suo libro di memorie nel 1965.Bob Dear/AP1965

Nata a Neuilly-sur-Seine nel 1921, già all'età di 5 anni Gilot sapeva di voler diventare una pittrice. Studiò arte mentre si preparava a diventare avvocato e inaugurò la sua prima mostra nel 1943 a Parigi. Nello stesso anno incontra Picasso in un caffè: lui aveva 61 anni, lei solo 21 anni. Ne scaturì una relazione tumultuosa durata dieci anni, durante i quali divenne la sua musa e ebbero due figli, Claude e Paloma.

Nel suo libro di memorie del 1964, "La mia vita con Picasso", contro il quale Picasso intentò tre cause senza successo, Gilot descrisse gli abusi mentali e fisici subiti per mano dell'ex compagno. "Ha preso la sigaretta che stava fumando, l'ha appoggiata sulla mia guancia destra e l'ha tenuta lì - si legge in un passaggio del libro -. Deve essersi aspettato che mi allontanassi, ma io ero determinata a non dargli questa soddisfazione". Gilot ha anche definito Picasso "molto crudele, sadico e spietato con gli altri, oltre che con se stesso".

Volitiva per natura e ferma nelle sue convinzioni, Gilot lasciò Picasso nel 1953, ricordando che lui le disse: "Pensi che la gente si interessi a te? Non lo faranno mai, in realtà. Sarà solo una sorta di curiosità nei confronti di una persona la cui vita ha toccato così intimamente la mia".

La rabbia di Picasso fu tale che iniziò quella che Gilot ha descritto come una "guerra" contro di lei, facendo pressione sui suoi circoli artistici e intellettuali per emarginarla. In seguito alla pubblicazione del libro di memorie Gilot fu bandita dall'intera Francia, e negli anni '70 fu costretta a trasferirsi negli Stati Uniti.

Qui ricostruì la sua vita e la sua carriera, continuando a dipingere opere fino alla sua morte, avvenuta nel 2023. Nel 2021 una delle sue opere è stata venduta per 1,3 milioni di dollari (circa 1,2 milioni di euro) a un'asta di Sotheby's.

Più di una musa

Per dare finalmente a Gilot il riconoscimento che merita il Museo Picasso ospiterà una sala espositiva interamente dedicata alle sue opere. L'esposizione abbraccia l'intera carriera di Gilot, dai primi lavori con il gruppo Réalités nouvelles, un'associazione di artisti astratti parigini fondata alla fine degli anni Trenta, alle grandi composizioni totemiche degli anni '80.

Il museo spera di mettere in luce il fatto che Gilot fosse molto più che l'ex compagna di Picasso: una donna fortemente indipendente e un'artista di talento che ha raggiunto il successo da sola, soprattutto negli ultimi anni di vita in America.

Cécile Debray, presidente del Museo Picasso, ha dichiarato in un comunicato che a Gilot "viene dato il posto che le spetta come artista". Il resto della mostra si sviluppa in 22 sale e riunisce quasi 400 diversi dipinti, sculture, ceramiche e disegni di Picasso.

La sala della galleria Françoise Gilot è visitabile al MuseoPicasso di Parigiper un periodo di tempo indefinito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Biennale di Venezia: Leone d'oro all'Australia e al collettivo Maori Mataaho

Quando l'impressione è diventata arte: ecco la mostra al museo d'Orsay di Parigi

World Nature Photography Awards 2024: guarda le foto premiate