Venezia, la personale in bianco e nero di Nikos Aliagas. L'altra faccia nascosta della laguna

La mostra di Nikos Aliagas a Venezia
La mostra di Nikos Aliagas a Venezia Diritti d'autore Nikos Aliagas
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La personale sarà aperta al pubblico fino ad aprile presso Palazzo Vendramin Grimani

PUBBLICITÀ

Sulle sponde del Canal Grande a Venezia, il Palazzo Vendramin Grimani fa da cornice alla Fondazione dell'Albero d'Oro. Un progetto che accoglie artisti da tutto il mondo che si ispirano a Venezia.

Dal 4 febbraio sotto i riflettori le foto di Nikos Aliagas. "Venetian Looks" ( Vedute veneziane) una mostra dove il giornalista franco-greco mette in luce i risvolti di un posto magico lontano dai cliché della Serenissima. La mostra si sviluppa negli oltre 400 mq del piano terra e della corte di Palazzo Vendramin Grimani, frutto di una nuova residenza artistica iniziata a luglio 2022 e conclusa lo scorso dicembre.

Nikos Aliagas ha percorso le calli veneziane per incontrare tutte quelle persone che non si vedono: gli abitanti, ossia coloro che evitano gli sguardi degli obiettivi dei turisti. Una personale voluta fortemente dall'artista e maturata quando Nikos Aliagas, su invito della Fondazione dell'Albero d'Oro, ha visitato per la prima volta Venezia. Ne rimase affascinato. In quel momento è nata l'idea di guardare veramente all'interno della laguna. 

L'altra faccia di Venezia

Nikos Aliagas, ex giornalista di euronews, ha soggiornato parecchie volte a Venezia, viaggi fatti per cercare di immergersi nell'atmosfera della laguna, per socializzare con la gente del posto, e scoprire lati nascosti e invisibili ai turisti.

Le immagini sono in bianco e nero: l'artista ha esplorato contrasti, controluce, movimenti all'interno di inquadrature in cui le linee rette e curve si sposano, ad esempio su un volto oppure all'angolo di una calle. È ancora possibile improvvisare a Venezia? In una città fotografata milioni di volte da occhi di passaggio? Sì, risponde l'artista, se si parte dal principio che è Venezia a guardarci e osservarci.

Sotto i riflettori della mostra "Vedute veneziane" ci sono ben 150 foto per una personale che resterà aperta al pubblico fino al 2 aprile.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezia: taxi d'acqua, hotel lungo i canali e monitoraggio delle maree

L'attrice francese Judith Godrèche contro le violenze sessuali nel mondo del cinema

Vaticano: iniziati i lavori di restauro del baldacchino della Basilica di San Pietro