EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il grande progetto dell'Uzbekistan per le infrastrutture idriche

Il grande progetto dell'Uzbekistan per le infrastrutture idriche
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Galina Polonskaya
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Paese sta modernizzando il suo sistema di irrigazione per migliorare l'approvvigionamento idrico del settore agricolo e ridurre le perdite di acqua

PUBBLICITÀ

L'Uzbekistan sta modernizzando il suo sistema di irrigazione per migliorare l'approvvigionamento idrico del settore agricolo. Nel Karakalpakstan meridionale si sfrutta la gravità al posto delle pompe elettriche per irrigare i campi. Un recente progetto infrastrutturale sta inoltre riducendo drasticamente le perdite d'acqua.

"Il 50 per cento dell'acqua finiva nel suolo - dice Azat Serjanov, responsabile del progetto -. Per questo abbiamo deciso di cementificare il canale". Prima della ricostruzione il canale di Bustan, la principale arteria idrica, era fatto di terra e le infiltrazioni erano un grosso problema.

Il canale di Bustan è collegato a una rete di canali secondari, la cui lunghezza totale supera gli 800 km. Sono stati tutti ricostruiti nell'ambito del progetto che interessa 3 regioni e 100mila ettari di terreno agricolo.

"C'era una forte carenza di risorse idriche, avevamo perso 35.000 ettari di terreno irriguo - dice Shavkat Khamrayev, ministro delle Risorse idriche della Repubblica dell'Uzbekistan -. Rendendo impermeabili i canali e riducendo le perdite per infiltrazione, aumentiamo l'efficienza dei sistemi di irrigazione: risparmiamo circa 300 milioni di metri cubi d'acqua e abbiamo recuperato questi terreni agricoli".

Per ridurre le perdite d'acqua, il fondo e le sponde del canale di Bustan, lungo 70 chilometri, sono stati ricoperti di cemento. Il calcestruzzo è stato posato su una geomembrana, un materiale speciale che permette di ridurre al minimo le infiltrazioni d'acqua.

"La geomembrana è fatta di polietilene ad alta densità, con uno spessore è di 1 mm: è uno strato impermeabile al 100% - dice Bahodir Kulumbetov, ingegnere del progetto -. Viene utilizzata nelle opere idrauliche come strato impermeabilizzante sotto i canali: così risparmiamo acqua".

In precedenza per portare l'acqua fino ai campi si usavano pompe elettriche. Ora il fondo del canale di Bustan è stato rialzato, in modo da essere più alto del livello dei canali secondari e dei campi irrigati: viene sfruttata la gravità per distribuire l'acqua. L'acqua scorre da sola. Questo permette allo Stato e agli agricoltori di risparmiare circa 3 milioni di dollari di elettricità all'anno.

"Stiamo eliminando più di 400 pompe agricole, oltre a 3 grandi stazioni di pompaggio e a 20 più piccole, che gravano sul bilancio statale - dice Khamrayev -. Così, riduciamo l'emissione di CO2 di 36 mila metri cubi".

Il livellamento dei terreni consente di risparmiare l'acqua che altrimenti andrebbe sprecata in campi irregolari e di aumentare la resa dei campi. Si tratta di uno degli elementi del vasto progetto di miglioramento della gestione delle risorse idriche del Karakalpastan. Il costo totale del progetto, realizzato dal governo con il sostegno della Banca Mondiale, è di 374 milioni di dollari.

"Il progetto ha dato un impiego sicuro a oltre 38.000 persone che lavorano direttamente nell'agricoltura irrigua - dice Azad Abdulhamid, specialista nella gestione delle risorse idriche per la Banca Mondiale in Uzbekistan -. Ma ci sono anche molti posti di lavoro indiretti. L'occupazione, l'adattamento al clima e l'uso efficiente dell'acqua sono aspetti estremamente importanti e rientrano nella strategia del governo e della Banca Mondiale".

Il governo punta ad applicare la gestione modernizzata delle risorse idriche a tutto il Paese, rendendo l'agricoltura più verde e più resistente ai problemi causati dal cambiamento climatico.

Condividi questo articolo