EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Analisi: le navi russe schierate a Cuba sono una "dimostrazione di forza" di Putin

Nave militare russa all'Avana, Cuba.
Nave militare russa all'Avana, Cuba. Diritti d'autore Arial Ley/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Arial Ley/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Maria Muñoz MorilloRoberto Macedonio
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in spagnolo

Diverse navi militari e un sottomarino a propulsione nucleare sono all'Avana per quella che è stata descritta come una missione diplomatica. Tuttavia, gli esperti consultati da Euronews ritengono che sia una "dimostrazione di forza" da parte di Putin

PUBBLICITÀ

L'arrivo di navi russe e di un sottomarino nucleare al largo delle coste cubane ha ravvivato i sentimenti della Guerra Fredda. Le autorità cubanesi sono affrettate a rassicurare gli attori internazionali, e indirettamente la Nato, che la visita dei marinai fa parte di una serie di attività diplomatiche a testimonianza delle buone relazioni tra i due Paesi.

Mentre sia il Canada che gli Stati Uniti hanno mobilitato navi nell'area, la Casa Bianca ha confermato di non considerare questa mossa come una minaccia alla propria sicurezza nazionale, nel tentativo di dissipare il triste ricordo della crisi missilistica del 1962, che tenne il mondo con il fiato sospeso e fece temere una guerra nucleare tra Stati Uniti e Unione Sovietica.

Sebbene secondo i governi dei Paesi coinvolti non vi sia alcuna minaccia per la regione, gli esperti di sicurezza riconoscono che la situazione è a dir poco preoccupante per gli Stati Uniti.

Questa è l'opinione di Manuel Gazapo, dottore di ricerca in Relazioni internazionali e direttore istituzionale di Universae. "Il movimento della diplomazia russa nei confronti di Cuba è un elemento che indubbiamente preoccupa gli Stati Uniti", anche se riconosce che"non rappresenta una situazione veramente grave o preoccupante per la sua sicurezza nazionale, almeno al momento".

La tensione tra Washington e Mosca è aumentata

È necessario tenere conto del contesto internazionale in cui avviene il riavvicinamento della Russia a Cuba, quando l'Occidente ha voltato le spalle al Cremlino dopo l'invasione dell'Ucraina e la tensione tra Washington e Mosca è aumentata a causa della guerra.

"L'attuale situazione internazionale è caratterizzata da vulnerabilità, incertezza, complessità e ambiguità", ha spiegato l'esperto di sicurezza a Euronews. Manuel Gazapo concorda con l'influenza della guerra ucrainasu questo e altri movimenti geostrategici internazionali.

"La guerra in Ucraina è stata senza dubbio un fattore che ha alterato drasticamente le relazioni internazionali e il processo di dialogo tra alcuni attori e altri. Di fronte a questo scenario, la Russia ha cercato di attivare nuove alleanze e di riattivarne altre che esistevano in precedenza, ma che erano in una sorta di processo di 'stand-by'. Questo potrebbe essere il caso di Cuba", spiega.

Su questo concorda Juan Carlos Pereira, professore di Storia contemporanea e grande conoscitore della Guerra fredda e delle relazioni tra Russia, Cuba e Stati Uniti. Il professore indica un fatto specifico e afferma che si tratta di "un ordago da parte della Russia perché gli Stati Uniti hanno autorizzato l'uso di alcune arminella guerra in Ucraina".

"Una dimostrazione di forza"

Pereira precisa: "Non è che ci possa essere uno scontro, ma credo che Putin voglia mostrare la sua forza, la sua potenza contro quello che considerano il nemico esterno, è una dimostrazione di forza, della potenza della Russia con il sottomarino e la corazzata".

Tuttavia, sia il Ministero della Difesa russo che lo stesso governo cubano, e persino la Casa Bianca, hanno ribadito che la presenza delle navi di Mosca non costituisce una minaccia. Tuttavia, sembra chiaro che essa implica un riavvicinamento tra Cuba e l'ex asse sovietico, nonostante negli ultimi anni siano ripresi i rapporti con gli Stati Uniti.

"Dobbiamo tenere presente che i riavvicinamenti tra Cuba e gli Stati Uniti si sono sviluppati soprattutto durante l'ultimo mandato di Barack Obama, ma successivamente, con le successive amministrazioni repubblicane e democratiche, questo percorso non è stato costruito o promosso", afferma Gazapo.

La Russia sembra aver approfittato di questa pausa nelle relazioni tra L'Avana e Washington "per tornare a essere un attore importante,** non solo passivamente, ma anche attivamente nell'evoluzione contemporanea di Cuba".

Il professore di storia contemporanea ha spiegato a Euronews che Russia e Cuba si stanno nuovamente stringendo la mano perché "Putin si sente vessato da gran parte della comunità internazionale e si sta avvicinando ad altri alleati come Cina, India e ora Cuba". Questo venerdìcentinaia di cubani hanno visitato la flotta che si trova nel loro Paese e vi rimarrà fino al 17 giugno.

La visita di locali e turisti a queste navi ribadirebbe che non hanno una missione di guerra, ma la loro mobilitazione "è comunque una dimostrazione di potenza che rientra nelle strategie di deterrenza che tutti i Paesi esercitano all'interno dello scacchiere geopolitico", afferma Manuel Gazapo in riferimento al sottomarino a propulsione nucleare Kazán, che fa parte dello squadrone.

Il sottomarino russo a propulsione nucleare Kazan a La Haba, Cuba
Il sottomarino russo a propulsione nucleare Kazan a La Haba, Cuba Arial Ley/Copyright 2024 The AP. All rights reserved

Ma la Russia non ha solo inviato parte della sua marina a visitare Cuba nell'ambito delle relazioni diplomatiche, ha anche approfittato dell'occasione per svolgere esercitazioni militari nell'Oceano Atlantico. "La Russiaha approfittato dello scenario per mostrare i suoi muscoli militari, come ha fatto in altre occasioni quando ha avuto incontri bilaterali con altri Paesi", aggiunge il direttore istituzionale di Universae.

Echi di guerra fredda

Tutti questi eventi ricordano il periodo della Guerra Fredda, anche se Juan Carlos Pereira sottolinea che siamo lontani da un conflitto di tale portata. "Una guerra fredda ha una definizione molto precisa e implica un confronto tra due superpotenze con l'uso di armi nucleari come deterrente". Questo non sta accadendo ora, ma siamo "in un momento di tensione multipolare con Russia, Cina e Stati Uniti".

Si tratta di un duello tra Stati Uniti e Russia in particolare; ma è importante ricordare il ruolo che l'Ue dovrebbe svolgere in queste situazioni. "Deve porsi come priorità quella di essere un attore globale, in grado di mantenere la propria bolla di sicurezza e di trasmettere serenità al resto della comunità internazionale", afferma Gazapo, anche se non la considera "una priorità per Bruxelles, visto che ci sono altri punti molto più urgenti dal punto di vista diplomatico, economico e militare".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cuba, in centinaia in fila per salire a bordo della fregata russa in visita a L'Avana

Russia, a Cuba sottomarino nucleare e navi: prova di forza di Putin per aiuti Usa all'Ucraina

Cina e Russia iniziano un'esercitazione congiunta nell'Oceano Pacifico