EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Pompei: scoperto un sacrario con le pareti blu, il ministro della Cultura "non smette di stupire"

Gli scavi archeologici di Pompei
Gli scavi archeologici di Pompei Diritti d'autore Andrew Medichini/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Andrew Medichini/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Maria Michela Dalessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sulle pareti del sacrario, uno spazio dedicato ad attività rituali e alla conservazione di oggetti sacri, figure femminili rappresentanti le stagioni, nonché due allegorie, rispettivamente dell’agricoltura e della pastorizia

PUBBLICITÀ

Non smette di stupire Pompei con i suoi scavi archeologici che continuano a restituire parti della città antica. Tra le ultime scoperte durante gli scavi in corso nell’Insula 10 del Regio IX, un ambiente interpretabile come sacrario, con pareti blu, attribuibili al IV Stile e decorate con figure femminili rappresentanti le stagioni, nonché due allegorie, rispettivamente dell’agricoltura e della pastorizia.

"Pompei non smette di stupire, è uno scrigno di tesori in parte ancora inesplorato. È per questo motivo che abbiamo finanziato i nuovi scavi e stiamo lavorando per mantenere elevata la qualità del parco archeologico", ha affermato il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano in visita lunedì al Parco archeologico di Pompei. Accompagnato dal direttore Gabriel Zuchtriegel e dai funzionari del Parco, il ministro ha visitato l'insula dei Casti amanti, di recente aperta al pubblico, e la Regio IX da cui proviene l'ambiente scavato nell'area centrale della città antica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pompei: oltre mille visitatori per l'Insula dei Casti Amanti, l'ultimo scavo dell'area archeologica

Scoperto a Pompei un salone con affreschi sulla guerra di Troia

Scoperta archeologica a Pompei: ritrovato un affresco del mito greco di Frisso ed Elle