EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Concluse le elezioni in India: il caldo provoca 33 morti nei seggi elettorali

seggio elettorale in India
seggio elettorale in India Diritti d'autore Rajesh Kumar Singh/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Rajesh Kumar Singh/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si è conclusa la lunga tornata elettorale in India durata sei settimane. Oltre 970 milioni di persone sono state chiamate alle urne per l'elezione dei parlamentari. Il premier Modi potrebbe essere rieletto per un terzo mandato, ma non sono mancati gli scontri con l'opposizione

PUBBLICITÀ

Le elezioni nazionali indiane, durate sei settimane, si sono concluse sabato, quando l'ultimo dei centinaia di milioni di elettori del Paese si è recato alle urne per una competizione che è ampiamente vista come un referendum sul decennio di potere del Primo Ministro nazionalista indù Narendra Modi.

Quasi 970 milioni di elettori, pari a oltre il dieci per cento della popolazione mondiale, hanno votato per più di 8.300 candidati a un mandato quinquennale per i 543 seggi della potente Camera bassa del Parlamento. I voti saranno scrutinati martedì e i risultati sono attesi per la fine della giornata.

Oltre trenta morti per il caldo durante le elezioni

Durante le estenuanti elezioni in più fasi, i candidati hanno attraversato il Paese, gli scrutatori si sono recati nei villaggi più remoti e gli elettori si sono messi in fila per ore in un caldo soffocante. Secondo le autorità dello Uttar Pradesh 33 scrutatori sono morti sabato nei seggi elettorali. Il Paese sta attraversando un'ondata di calore, con picchi oltre i 45 gradi Celsius.

Il voto in India un referendum per Modi

L'elezione è considerata una delle più importanti nella storia dell'India. Se Modi vincerà, sarà solo il secondo leader indiano a mantenere il potere per un terzo mandato dopo Jawaharlal Nehru, il primo primo ministro del Paese. La maggior parte dei sondaggi mostra Modi e il suo Bharatiya Janata Party in vantaggio sull'ampia alleanza di opposizione che li sfida, guidata dal Partito del Congresso.

La campagna di Modi è iniziata con un programma elettorale di progresso economico, con la promessa di sollevare i poveri e trasformare l'India in una nazione sviluppata entro il 2047. Ma è diventata sempre più stridente nelle ultime settimane, quando Modi ha inasprito la retorica polarizzante in discorsi che hanno preso di mira la minoranza musulmana del Paese, che costituisce il 14 per cento degli 1,4 miliardi di abitanti dell'India.

Le critiche contro Modi e i suoi attacchi ai musulmani in India

Dopo la fine della campagna elettorale, giovedì, Modi si è recato in un sito commemorativo in onore di un famoso santo indù per meditare alla televisione nazionale. Il Partito del Congresso, all'opposizione, l'ha definita una trovata politica e ha affermato che ha violato le regole elettorali in quanto il periodo di campagna elettorale è terminato.

Quando le elezioni sono iniziate ad aprile, si pensava che Modi e il suo BJP avrebbero ottenuto un altro mandato. Da quando è salito al potere nel 2014, Modi ha goduto di un'immensa popolarità. I suoi sostenitori lo considerano un leader forte che si è fatto da sé e che ha migliorato la posizione dell'India nel mondo, attribuendo alle sue politiche pro-business il merito di aver reso l'economia indiana la quinta più grande del mondo.

Allo stesso tempo, il suo governo ha visto attacchi sfacciati e discorsi di odio contro le minoranze, in particolare i musulmani. Secondo i suoi critici, la democrazia indiana sta vacillando e Modi ha reso sempre più confuso il confine tra religione e Stato.

Ma nel corso della campagna elettorale, il suo partito ha dovuto affrontare una dura resistenza da parte dell'alleanza di opposizione e del suo volto principale, Rahul Gandhi del Partito del Congresso. Questi hanno attaccato Modi per la sua politica nazionalista indù e sperano di trarre vantaggio dal crescente malcontento economico.

I temi che preoccupano gli elettori in India

I sondaggi precedenti hanno mostrato che gli elettori erano sempre più preoccupati per la disoccupazione, l'aumento dei prezzi dei generi alimentari e un sentimento generale secondo cui solo una piccola parte degli indiani ha beneficiato nonostante la vivace crescita economica sotto Modi, facendo apparire la competizione più vicina di quanto inizialmente previsto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in India: aperta la quarta tornata, al voto 170 milioni di persone: urne aperte in Kashmir

India al voto: elezioni in più fasi, quattro morti ai seggi per il caldo

Elezioni Regno Unito: il ritorno di Nigel Farage, i conservatori perdono voti