EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Trump a processo, morto l'uomo che si è dato fuoco davanti al tribunale di New York

Tribunale di New York
Tribunale di New York Diritti d'autore Mary Altaffer/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Mary Altaffer/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

È morto l'uomo che si è dato fuoco davanti al tribunale in cui si celebra il processo a Trump per il caso del pagamento alla porno star Stormy Daniels

PUBBLICITÀ

Maxwell Azzarello, il 37enne della Florida che si è dato fuoco fuori dal tribunale di New York dove è in corso il processo a Donald Trump, è morto in ospedale. La polizia ha cercato di spegnere le fiamme sul corpo prima che l'uomo venisse portato via da un'ambulanza. 

Secondo quanto riferito da fonti della polizia, l'uomo ha attraversato la strada verso il parco di fronte al tribunale, lanciando dei volantini con messaggi cospirazionisti, poi ha tirato fuori un oggetto non meglio identificato da uno zaino e si è dato fuoco. 

Un'altra persona sarebbe subito intervenuta con un estintore, mentre un operatore dei servizi di emergenza ha cercato di prestare un immediato soccorso.

Alcuni degli opuscoli facevano riferimento all'ex presidente George W. Bush, all'ex vicepresidente Al Gore e all'avvocato David Boies, che ha rappresentato Gore nel riconteggio delle elezioni presidenziali del 2000.

Donald Trump informato dell'incidente a New York

Donald Trump è stato informato dell'incidente avvenuto fuori dal tribunale di New York dove un uomo s è dato fuoco. 

Lo riferisce la Cnn precisando che in questo momento l'ex presidente si trova nel corridoio fuori dall'aula e sta parlando con un agente del Secret Service.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, Donald Trump a cena con Andrzej Duda a New York: il tycoon sonda il terreno per la Casa Bianca

Usa, processo per il caso Stormy Daniels, Trump: "Un attacco all'America"

Usa, Donald Trump paga 175 milioni di dollari di cauzione per evitare la confisca dei suoi beni