Grand Slam di Antalya, il Giappone domina il primo giorno delle finali

Alcuni degli atleti premiati nella prima giornata del Grand Slam di Antalya
Alcuni degli atleti premiati nella prima giornata del Grand Slam di Antalya Diritti d'autore IJF
Diritti d'autore IJF
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tre medaglie d'oro per gli atleti giapponesi nel primo giorno delle finali del Grand Slam di Antalya, in Turchia

PUBBLICITÀ

Sono le splendide coste di Antalya, perla della riviera turca, dove l'azzurro del mare incontra la sabbia dorata ad ospitare da oggi l'atteso Grand Slam di judo. In un Paese ricco di storia, cultura e bellezze naturali.

Nella prima giornata delle finali, nei -48 kg, la turca Sila ERSIN si è scontrata con la regina della categoria, la giapponese Natsumi TSUNODA, che ha usato entrambe le sue mosse caratteristiche: tomoe-nagi per waza-ari e poi una presa di sottomissione per assicurarsi la vittoria. Magistrale la transizione mostrata dalla campionessa del mondo nipponica per la gioia del pubblico. Fatih UYSAL, vice direttore generale del ministero della Gioventù e dello Sport della Turchia, ha consegnato le medaglie.

Nei -60 kg Ayub BLIEV ha affrontato Luka MKHEIDZE in un incontro fisico che si è protratto al golden score. BLIEV è riuscito ad avere la meglio sul suo avversario, ottenendo un ippon e la medaglia d'oro, che gli è stata consegnata da Mohammed MERIDJA, direttore didattico e allenatore dell'IJF.

La judoka più temuta al mondo è salita sul tatami nei -52 kg. Uta ABE, imbattuta dal 2019, ha vinto dopo appena dieci secondi trascorsi sul cronometro. Ippon e striscia di vittorie che continua per la campionessa, che adesso punta a vincere un altro oro olimpico. I tifosi locali hanno applaudito a lungo la leggendaria atleta nipponica. Il vice presidente dell'IJF, Laszlo TOTH, ha consegnato le medaglie. "È una sensazione fantastica, sento le voci dei tifosi, il che mi dà sempre un po' di forza in più. Probabilmente anche per questo ho vinto oggi".

Hifumi ABE ha raccolto il testimone dalla sorella concludendo la finale nei -66 kg in modo rapido, superando Nurali EMOMALI per ippon. I due giapponesi regnano sovrani nel mondo del judo. Juan Carlos BARCOS, coordinatore dell'IJF per i seminari internazionali di arbitraggio, ha consegnato le medaglie. "Sono molto felice di vedere il judo così popolare qui - ha commentato Abe -, con tutte queste persone che sono accorse. Sono davvero grato del sostegno datomi in particolare, e in generale sono sinceramente molto felice".

Nella finale dei -57 kg è andato in scena un incontro interamente d'Oltreoceano, tra la canadese Christa DEGUCHI e la brasiliana Jessica LIMA, con la nordamericana che ha conquistato l'oro grazie ad un o-uchi-gari. Il direttore sportivo dell'IJF, Michael TAMURA, ha consegnato le medaglie.

Il pubblico turco ha assistito ad alcuni momenti meravigliosi grazie alle performance della propria squadra. Appuntamento a domani per altre sfide emozionanti sul tatami, nel cuore della Turchia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grand Slam di Tbilisi, tra i pesi massimi dominano le leggende

Grand Slam di Tbilisi, la seconda giornata tra conferme, sorprese e addii

Judo, primo oro per la Georgia al Grand Slam di Tbilisi