EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Terrorismo, estradato in Francia Salah Abdeslam, uno degli stragisti di Parigi di novembre 2015

Salah Abdeslam
Salah Abdeslam Diritti d'autore AP/AP
Diritti d'autore AP/AP
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Salah Abdeslam è stato trasferito in una prigione francese dal Belgio, dove si trovava per il processo sulla strage di Bruxelles del marzo 2016. Deve scontare l'ergastolo per gli attentati del 13 novembre 2015 al Bataclan e ad altri obiettivi a Parigi

PUBBLICITÀ

Uno degli attentatori di Parigi, Salah Abdeslam, è stato prelevato mercoledì dalla sua cella in Belgio ed estradato in Francia, secondo quanto dichiarato dal suo avvocato e dalla Procura federale belga.

"È stato rinchiuso in un carcere della regione parigina" ha annunciato il ministro della Giustizia francese, Eric-Dupond Moretti.

Abdeslam è stato condannato nel 2022 all'ergastolo per avere pianificato ed eseguito gli attentati di Parigi del 13 novembre 2015, nei quali sono morte 131 persone. Fu lui a sparare al Café Bonne Bière e alla pizzeria Casa Nostra in rue de la Fontaine au Roi.

Del commando che eseguì gli attacchi, a una serie di obiettivi nella capitale francese incluso il Bataclan, è rimasto l'unico attentatore ancora in vita.

Abdeslam è stato condannato per le stragi di Parigi e Bruxelles

Nel settembre scorso Abdeslam è stato condannato anche in Belgio, a vent'anni di reclusione, per gli “omicidi in un contesto terroristico” all'aeroporto di Bruxelles e per il tentato omicidio di alcuni poliziotti nel 2016.

Il 18 marzo di quell'anno tre uomini si fecero esplodere all'aeroporto e nella metropolitana della capitale belga,causando 32 morti e centinaia di feriti

Abdeslam venne arrestato lo stesso giorno in quanto mente degli attacchi, anche se l'esecuzione materiale venne affidata ad altri membri della cellula jihadista che aveva colpito a Parigi pochi mesi prima.

Il terrorista concittadinanza francese, ma cresciuto a Bruxelles, è stato detenuto in Francia fino al luglio 2022, quando è stato trasferito in Belgio per l'altro processo a suo carico.

In aula, Abdeslam si è sempre dichiarato innocente, pur ribadendoil suo sostegno all'autoproclamato Stato islamico

La Francia si è opposta alla reclusione di Abdeslam in Belgio

Lo scorso ottobre, gli avvocati avevano ottenuto dai giudici il permesso per il terrorista di scontare la pena provvisoriamente in Belgio, per stare vicino alla famiglia. 

Il 12 febbraio era fissata un'udienza sulla questione, ma il governo francese e le famiglie delle vittime si sono opposti e la magistratura belga non ha potuto respingere la richiesta di estradizione. In Belgio, non esiste l'ergastolo.

Si tratta di una "violazione dello stato di diritto", frutto di un "accordo tra il Belgio e la Francia per violare la decisione del tribunale" sulla detenzione temporanea in un carcere belga, ha dichiarato Delphine Paci, uno dei legali di Abdeslam.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Terrorismo, a Madrid l'Europa ricorda le vittime nella giornata dedicata dall'Ue

Terrorismo in Francia: arrestato ucraino filorusso, stava preparando un ordigno esplosivo

Parigi, al via il processo per l'attentato al mercatino di Natale di Strasburgo del 2018