EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Europa: si susseguono le manifestazioni pro-Palestina in molte città, scontri e arresti a Londra

Protesters wave flags and show placards during a pro-Palestinian protest in London, Saturday, Nov. 11, 2023.
Protesters wave flags and show placards during a pro-Palestinian protest in London, Saturday, Nov. 11, 2023. Diritti d'autore Alberto Pezzali/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Alberto Pezzali/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews Digital
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Cortei per la pace si sono tenuti, tra le altre metropoli, a Londra - dove la Polizia ha vissuto momenti di tensione con un gruppo di attivisti di estrema Destra - Bruxelles e Parigi

PUBBLICITÀ

A Londra circa mezzo milione di persone sono scese in piazza per chiedere il cessate il fuoco nella guerra tra Israele e Hamas.  

La Polizia locale ha intensificato gli sforzi per garantire che la marcia filo-palestinese rimanesse pacifica, dopo una settimana di scontri politici sull’opportunità o meno di svolgerla nel fine settimana in cui il Regno Unito onora i suoi caduti in guerra.

Tuttavia, si è scontrata con i manifestanti di estrema Destra, arrestando un centinaio di persone.

Più di 2.000 agenti sono nelle strade della capitale per il weekend, mentre si conta circa mezzo milione di manifestanti in marcia.

La Polizia, che ha vissuto momenti di tensione con un gruppo di attivisti di estrema Destra, ha effettuato quasi 100 arresti per reati come sostegno ad organizzazioni vietate e crimini d'odio, negli ultimi fine settimana in cui si sono svolte le proteste nella capitale.

Qui Londra, a voi Parigi...

Anche a Parigi una marcia filo-palestinese invoca il cessate-il-fuoco a Gaza.

La marcia si svolge un giorno prima della manifestazione contro l'antisemitismo, che tanto divide i partiti politici transalpini.

Macron, la cui partecipazione alla marcia non era prevista, accoglie con favore questi incontri, che sono "motivo di speranza".

Presenti, invece, la premier, Elisabeth Borne, e la leader di estrema Destra, Marine Le Pen.

Esponenti del partito di Jean-Luc Mélenchon, La France Insoumise, non parteciperanno alla manifestazione di domenica, a differenza dei suoi alleati socialisti, verdi e comunisti.

La marcia è stata indetta dai leader del parlamento, nel contesto di un allarmante aumento di atti antiebraici dall’inizio della guerra tra Israele e Hamas.

In Francia, dove vive la più grande popolazione ebraica d’Europa, dal 7 ottobre si sono verificati sinora 1.159 atti antisemiti, quasi tre volte più di tutti gli atti contro gli ebrei francesi nel 2022, secondo i dati forniti dal ministero dell’Interno.

Decine di migliaia di persone, infine, hanno marciato anche a Bruxelles per chiedere un cessate il fuoco immediato nella guerra tra Israele e Hamas.

La manifestazione, svoltasi in maniera pacifica, ha incluso famiglie e bambini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Marce in vari paesi per la fine delle guerra. Ma piazze divise tra Israele e Palestina

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas non è stato vittima di un attentato

Gaza: Netanyahu annuncia fine delle operazioni a Rafah, Israele invierà truppe al confine col Libano