Pd, M5S e Azione contro la riforma del premierato

Così potrà essere ricoverata in Italia al Bambino Gesù
Così potrà essere ricoverata in Italia al Bambino Gesù
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 03 NOV - Pd, M5s e Azione restano critici nei confronti della riforma costituzionale relativa ai poteri del premier approvata in Consiglio dei minisri. Più cauta la posizione di Italia Viva, che parla di "pasticci" ma dice anche di voler aspettare e "leggere i testi". "È una riforma pasticciata e pericolosa perché indebolisce nuovamente il Parlamento, è una riforma che limita le prerogative del Presidente della Repubblica e che smantella la forma parlamentare", il commento della segretaria del Pd, Elly Schlein. Per l'ex presidente della Camera Roberto Fico, presidente del Comitato di garanzia del Movimento 5 Stelle, "il premierato meloniano è una riforma pasticciata e approssimativa. Una scelta che non favorirà la governabilità ma accentuerà gli squilibri del sistema". Critico anche il leader di Azione, Carlo Calenda: "Il governo ha approvato una riforma in Cdm che potremmo chiamare l'Italierato. Non è un cancellierato (che avremmo approvato), non è un Premierato, non è presidenzialismo o semi-presidenzialismo. È una nostra invenzione mai fino ad ora sperimentata nel mondo". La senatrice di Italia Viva Raffaella Paita, coordinatrice nazionale del partito, ricorda come per Iv siano "importanti due obiettivi: la stabilità e il ripristino del rapporto fiduciario tra elettori e istituzioni. Se la proposta del Consiglio dei ministri sarà coerente con questa impostazione, ci saremo e affronteremo la discussione con la serietà di una forza politica che ha come primo interesse il rafforzamento delle istituzioni". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco