Dove ha sbagliato Israele contro Hamas?

Più di 2.000 razzi sono stati lanciati contro Israele dalla Striscia di Gaza la mattina di sabato 7 ottobre 2023\.
Più di 2.000 razzi sono stati lanciati contro Israele dalla Striscia di Gaza la mattina di sabato 7 ottobre 2023\. Diritti d'autore AP
Di Aylin Elci
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in turco

Secondo l'esperto francese di relazioni internazionali Jean-Loup Samaan, il governo israeliano ha commesso un "grande errore" nel sottovalutare Hamas

PUBBLICITÀ

Mentre infuria il dibattito su come gli attacchi di Hamas contro Israele possano essere stati così coordinati e completi, gli esperti sottolineano che l'organizzazione ha accumulato munizioni per anni.

Parlando con Euronews Turchia, Jean-Loup Samaan, ricercatore presso l'Istituto francese per le relazioni internazionali (Ifri) e autore del libro "Nuove strategie militari nel Golfo", ha sottolineato che la gittata dei razzi utilizzati da Hamas nei suoi attacchi dal 2008 è diventata sempre più lunga.

Secondo lui, Israele non sapeva che Hamas fosse in grado di compiere un attacco così "sofisticato".

È stato riferito che l'Egitto aveva informato Israele in anticipo dell'attacco, ma i media israeliani hanno citato Benjamin Netanyahu per dire che Israele non aveva ricevuto alcun avvertimento dall'Egitto.

"Ci sono stati quattro conflitti a Gaza dal 2008, ognuno con lo stesso esito, e Netanyahu pensava che l'Esercito israeliano potesse mantenere lo status quo a Gaza", ha detto Samaan, suggerendo che il governo israeliano potrebbe essersi sbagliato.

L'esperto francese di relazioni internazionali attribuisce l'errore di Israele a due fattori principali: il primo fattore è stato il presupposto del governo israeliano che Hamas avrebbe agito più come un governo responsabile che come una "organizzazione terroristica" a Gaza, il secondo è che Israele ha ridotto le sue difese a Gaza, concentrandosi negli ultimi anni sulla Cisgiordania, in particolare sul campo di Jenin.

Samaan ritiene che Netanyahu abbia "commesso uno dei più grandi errori del Paese" sottovalutando Hamas, e considera la dichiarazione del premier israeliano secondo cui "cambieremo il Medio Oriente" una retorica "vuota".

"È troppo tardi per evitare l'escalation di violenza a Gaza", ha detto Samaan, aggiungendo che non è ancora chiaro se la situazione con il Libano andrà (o meno) fuori controllo.

Israele e Stati Uniti non hanno finora fornito prove concrete che l'Iran sia dietro l'attacco di Hamas, ha detto Samaan, per il quale potenze come l'Egitto e il Qatar, che hanno ancora rapporti con Hamas, potrebbero svolgere un ruolo di mediazione e l'attuale contesto potrebbe anche essere un'opportunità per Erdoğan.

"I sauditi o gli emiratini che vogliono mediare hanno un rapporto molto più complicato con Hamas e quindi il Qatar rimane un attore chiave, che ci piaccia o no _- dice - p_er quanto ne so, non c'è stata alcuna mediazione turca nei precedenti conflitti tra Gaza e Israele, ma credo che gli israeliani preferirebbero la mediazione turca piuttosto che quella del Qatar".

Ripercussioni europee del conflitto tra Israele e Hamas

Il ricercatore francese sottolinea che l'attuale atteggiamento di alcuni Paesi occidentali, che hanno sostenuto con convinzione Israele, potrebbe cambiare a seconda degli effetti dell'operazione israeliana a Gaza.

"Ogni volta che c'è un conflitto tra Israele e i Palestinesi, vediamo sempre questo riflesso in Francia - ha detto Samaan, aggiungendo che è difficile evitare le ripercussioni di questa situazione nei Paesi con comunità ebraiche e musulmane - quanto più a lungo durerà il conflitto, quanto più intensi saranno gli attacchi a Gaza, tanto maggiori saranno, a mio avviso, le ripercussioni in Francia. Questa guerra non sarà diversa dai conflitti precedenti, se non per la significativa perdita di vite umane".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Voli speciali per il rimpatrio di centinaia di europei intrappolati a Israele

Blinken a Netanyahu: "Finché l'America esisterà, saremo al vostro fianco"

Gaza: l'Unrwa cessa le attività nel nord della Striscia, rifiutato il piano di Netanyahu