Omicida-suicida, 'sono rovinato', le indagini sono sul movente

Carabinieri al lavoro per comprendere le ragioni della strage
Carabinieri al lavoro per comprendere le ragioni della strage
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ALESSANDRIA, 28 SET - Continua in maniera serrata il lavoro dei carabinieri di Alessandria dopo il triplice omicidio di cui si è reso responsabile, ieri, Martino Benzi, ingegnere di 67 anni, ancora da compiere, prima di togliersi la vita. Il giorno dopo la strage familiare, gli investigatori analizzano i due biglietti trovati. Uno addosso allo stesso Benzi, che si è ferito mortalmente alla gola nel giardino dell'Istituto Divina Provvidenza, poco dopo aver ucciso la suocera Carla Schiffo di 78 anni. Intervenuti a seguito dell'allarme lanciato dalle religiose, i militari hanno scoperto da quelle poche righe il dramma. Monica Berta, 55 anni, e il figlio 17enne Matteo erano senza vita, colpiti a coltellate, nella casa al civico 6 di via Cesare Lombroso. Quella casa in cui in un secondo scritto l'uomo, oltre ad assumersi esclusivamente la responsabilità di tutto quanto accaduto, accenna a una disperazione non meglio precisata - "sono rovinato" si legge - sulla quale sono necessari accertamenti. Problemi economici o altro? Non è ancora possibile saperlo. Un minuto di silenzio e l'abbraccio collettivo del "prof tik-toker" Sandro Marenco per accogliere in cortile i ragazzi sono stati l'inizio della giornata all'Itis Volta di Alessandria, dove studiava Matteo. La scuola ha voluto ricordare così lo studente modello della quarta AE Elettrotecnica per tentare poi di riprendere le normali lezioni. "Non ci sono parole. Solo un immenso dolore. Matteo continua a volare con noi..." l'affettuoso pensiero della dirigente Maria Elena Dealessi, a capo di una comunità scolastica attonita. Che ha perso un ragazzo appassionato di circuiti e programmazione, con la lode in matematica. Ma anche curioso di storia e lingue straniere. Sapeva fin dal primo giorno di scuola che cosa avrebbe voluto fare: l'ingegnere, come il papà. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La navetta Crew Dragon arriva alla Stazione spaziale internazionale: undici astronauti in orbita

Francia, inondazioni nell'ovest e nel nord: Saintes colpita per la terza volta in sei mesi

Le notizie del giorno | 05 marzo - Pomeridiane