Vuole battere record quota in autogiro domani nel Catanese

Vuole andare oltre gli 8.399 metri, obiettivo superare i 10mila
Vuole andare oltre gli 8.399 metri, obiettivo superare i 10mila
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANIA, 22 SET - Un 66enne con la passione del volo, Franco Italiano, domani a Calatabiano (Catania) tenterà il record mondiale assoluto di quota in autogiro stabilito nel 2015 da Donatella Ricci ha stabilito con il suo Magni M16, toccando gli 8.399 metri di quota. Italiano partirà alle 9 dall'aviosuperficie "Angelo D'Arrigo" (il ritorno è previsto alle 10.30). "Proverò a superare il primato della Ricci - ha spiegato Italiano - e tra qualche mese tenterò la storica quota dei 10mila metri. Finalmente ci siamo perché in quasi due anni non è stato facile poter gestire la situazione. Ho scelto di provare a superare di qualche centinaio metri il primato attuale per programmare l'assalto allo storico tetto dei 10mila". Franco Italiano si divide tra la sua impresa di carpenteria metallica specializzata nel settore del ferro e dell'acciaio e il volo, passione che coltiva dal 1986. Appassionato di fumetti da piccolo, ispirato dall'aviatore naturalista Angelo D'Arrigo, scomparso prematuramente 17 anni fa, Italiano ha un rapporto poetico con la natura. "L'Etna - ha detto - ormai rappresenta un brand per valorizzare la nostra Sicilia. Un luogo magico tutto da scoprire. Vorrei dedicare la riuscita del record ai miei concittadini siciliani. E soprattutto ad Angelo D'Arrigo. Non so se basterà tutta la mia vita per poterti ringraziare di avermi insegnato a volare". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, Hrw: Israele non sta rispettando la sentenza della Corte dell'Onu sugli aiuti umanitari

Le notizie del giorno | 27 febbraio - Mattino

Migranti: anniversario strage di Cutro, i parenti delle vittime denunceranno il governo italiano