EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Migranti: Fedriga, nei Cpr tutti hanno precedenti penali

'Inaccettabile che la rotta balcanica resti aperta'
'Inaccettabile che la rotta balcanica resti aperta'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 19 SET - "Rispetto alla considerazione di alcuni che nei Cpr c'è chi perde il lavoro o il permesso di soggiorno, dico che è una menzogna: nei Cpr ci sono tutte persone che hanno precedenti penali, è l'esperienza del Cpr di Gradisca di Isonzo. Persone imputate di reati come violenza privata e spaccio vogliamo lasciarle libere di andare dove vogliono anziché rimpatriarli?". Così il governatore del Friuli Venezia Giulia e presidente della Conferenza Regioni, Massimiliano Fedriga, a margine di un convegno sulla semplificazione normativa. "Sulla rotta balcanica - ha poi aggiunto - c'è una situazione in cui persone entrano illegalmente attraverso due paesi europei cioè Croazia e Slovenia, prima di arrivare in Italia. Penso sia inaccettabile. Per questo più volte ho chiesto un intervento europeo, sono persone che possono chiedere la protezione in altri Paesi e non capisco perché quella rotta debba rimanere aperta e noi dobbiamo subire un'immigrazione illegale così". E ha concluso: "Perciò credo che fare accordi con tutti i Paesi della rotta balcanica possa essere la soluzione". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Corea del Nord: il 18 giugno Putin a Pyongyang da Kim Jong-un, è la prima volta dal 2000

Le notizie del giorno | 17 giugno - Pomeridiane

La Cina donerà due panda all'Australia: l'annuncio di Li Qiang in visita allo zoo di Adelaide