EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cina e Hong Kong paralizzate dall'arrivo del super tifone Saola

L'arrivo del tifone Saola
L'arrivo del tifone Saola Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

È uno scenario apocalittico quello descritto dalle immagini che arrivano dalla Cina e da Hong Kong, paralizzate in attesa dell'arrivo del super tifone Saola. Si prevedono mareggiate e venti oltre i 200 km/h

PUBBLICITÀ

È stato emanato l'allarme rosso, il livello di allerta più alto, per l'imminente arrivo del tifone Saola in Cina. Potrebbe trattarsi di una delle tempeste più distruttive di sempre a colpire il Paese tra venerdì 1 e sabato 2 settembre. 

Nel tweet: Hong Kong ha decretato l'allerta massima per l'arrivo del super tifone Saola nel sud della Cina

I venti del tifone superano i 200 km/h mentre si avvicinano alla costa sudorientale, rappresentando una seria minaccia per Hong Kong e per tutta la provincia di Guangdong. La tempesta dovrebbe poi spostarsi verso nord-ovest passando per il Mar Cinese Meridionale.

Intanto a Shanwei, nel sud della Cina, già si registrano copiose precipitazioni e venti molto forti dovuti all'avvicinarsi della tempesta. Secondo il Joint Typhoon Warning Center (Jtwc), venerdì mattina la tempesta si trovava a circa 300 chilometri di distanza dalla costa di Hong Kong.

L'Osservatorio di Hong Kong ha messo in guardia i residenti sostenendo che "il tempo locale dovrebbe peggiorare significativamente nel corso della giornata, con forti rovesci e venti violenti".

Disagi in tutta la provincia

Le contrattazioni in borsa a Hong Kong sono state sospese. Scuole e aziende sono state chiuse in tutta la città e l'inizio dell'anno scolastico è stato posticipato alla prossima settimana. Il capo dell'esecutivo, John Lee, ha richiesto l'intervento di tutti i servizi di emergenza. Più di 460 voli sono stati cancellati o posticipati.

Secondo i media locali la China Railway ha sospeso diverse linee ferroviarie principali e Cancellati tutti i treni in uscita o in entrata nella provincia di Guangdong. Intanto gli scaffali dei supermercati sono stati svuotati a Hong Kong, dove le persone stanno facendo provviste con la prospettiva di barricarsi in casa per due o tre giorni. 

La tempesta sta causando forti precipitazioni anche in alcune zone delle province di Fujian e Guangdong, e sono previste mareggiate. Vari filmati pubblicati sui social media mostrano i forti venti e le piogge che hanno colpito la città di Shanwei, nella provincia di Guangdong.

Il tifone ha attraversato anche le Filippine all'inizio di questa settimana causando lo sfollamento di oltre 50mila persone. Tuttavia non si sono registrate vittime.

Alla fine di luglio il Paese era stato messo in ginocchio dal passaggio del violento tifone Doksuri, una delle tempeste più forti ad aver colpito la Cina negli ultimi anni. Oltre 30mila persone sono state costrette a evacuare da Pechino  a causa degli allagamenti che hanno mandato in tilt la città e l'intera area del Fujian.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Piogge torrenziali a Hong Kong: allagate strade, centri commerciali e metro

Il Papa in Mongolia, il caloroso benvenuto di Ulaanbaatar per Bergoglio

Biden firma un ordine esecutivo che limita gli investimenti americani in Cina nell'hi-tech