EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Putin: "L'Occidente e la Nato alimentano i conflitti e le guerre"

Presidente russo Putin
Presidente russo Putin Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Alla conferenza è intervenuto anche il ministro della Difesa cinese Li Shangfu, in visita in Russia. Parlando di conflitti ha affermato che "è importante comunicare apertamente e risolvere le divergenze

PUBBLICITÀ

L’ultima provocazione del presidente russo Vladimir Putin è ancora una volta rivolta contro l’Occidente. Il leader del Cremlino, intervenendo con un video alla Conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale, ha accusato la Nato di alimentare tensioni e conflitti, come quello in corso in Ucraina.

"Possiamo vedere chiaramente dove porta la politica occidentale ovvero ad aggiungere benzina sul fuoco e l’Ucraina è un chiaro esempio. Pompano miliardi di dollari nel regime neonazista, fornendo a Kiev attrezzature, armi, munizioni, inviando i loro consiglieri militari e mercenari, stanno facendo di tutto per infiammare ancora di più il conflitto, per coinvolgere altri stati”, ha sottolineato Putin.

E ancora: "Sebbene le sfide alla sicurezza in ognuna di esse abbiano le proprie specificità, ripeto che tutte sono state in realtà generate dall'avventurismo geopolitico dell'Occidente e dalle azioni egoistiche e neocoloniali". 

"Possiamo vedere chiaramente dove porta la politica occidentale ovvero ad aggiungere benzina sul fuoco e l’Ucraina è un chiaro esempio."
Vladimir Putin
Presidente russo

Gli Stati Uniti, aggiunge Putin, "tra le altre cose stanno cercando di riformattare il sistema di cooperazione che si è sviluppato nella regione Asia-Pacifico. La promozione delle cosiddette strategie indo-pacifiche, infatti, è finalizzata alla creazione di associazioni politico-militari controllate da Washington".

Alla conferenza è intervenuto anche il ministro della Difesa cinese Li Shangfu, in visita in Russia. Parlando di conflitti ha affermato che "è importante comunicare apertamente e risolvere le divergenze. "Sia in Afghanistan, in Siria, nella penisola coreana, in Ucraina, o in Iran sulla questione nucleare, la Cina è impegnata a promuovere la pace e negoziati e la costruzione di un maggiore consenso internazionale".

Pechino ha ancora una volta dichiarato di essere neutrale nel conflitto, ma ha accusato gli Stati Uniti e i suoi alleati di provocare Mosca, mantenendo così i suoi legami economici, diplomatici e commerciali con la Russia.

Infine il presidente Putin ha inviato un messaggio di auguri al leader nordcoreano Kim Jong Un, in occasione della giornata della liberazione, caldeggiando un rafforzamento della cooperazione con Pyongyang.

"Sono convinto noi continueremo a rafforzare la cooperazione bilaterale in tutti i settori per il bene dei nostri popoli e per rafforzare la stabilità e la sicurezza nella penisola coreana e nella regione dell'Asia del nord est in generale", si legge nel messaggio di Putin, citato in un comunicato del Cremlino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia: abbattuto un drone nel cielo di Mosca, ci sono danni ma non feriti

Russia: 16 anni di carcere per spionaggio al giornalista statunitense del Wsj Evan Gershkovich

Cina e Russia iniziano un'esercitazione congiunta nell'Oceano Pacifico