EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Bersaglio Zaporizhzhia: ancora bombardamenti russi, stavolta su un hotel dell'Onu

Zaporizhzhia, 10.8.2023.
Zaporizhzhia, 10.8.2023. Diritti d'autore Screenshot AP Video
Diritti d'autore Screenshot AP Video
Di Cristiano TassinariEuronews World - AP - Agenzie internazionali
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Attacco ad un albergo utilizzato dagli operatori umanitari delle Nazioni Unite. Ma secondo i media e i blogger russi l'hotel era utilizzato come base per le attività militari e paramilitari ucraine. Dal campo di battaglia: i russi avanzano verso Kupiansk, decisa l'evacuazione obbligatoria

PUBBLICITÀ

Zaporizhzhia ancora nel mirino. 

Giovedì sera un bombardamento russo ha provocato una vittima e almeno 16 feriti, tra cui due minori, un bambino di 3 anni e un ragazzo di 16.

Secondo i media ucraini, l'obiettivo era un hotel dove risiedono gli operatori umanitari delle Nazioni Unite. 
Si tratta dell'hotel Reikartz, sul fiume Dnepr.

"È assolutamente inammissibile", ha dichiarato la coordinatrice umanitaria delle Nazioni Unite in Ucraina, Denise Brown.  

"Ho soggiornato in questo hotel ogni volta che ho visitato Zaporizhzhia. Il mio team lo usa come base per i loro frequenti viaggi in città. È stata la base delle Nazioni Unite per l'operazione di evacuazione dei civili dall'impianto Azovstal a Mariupol, nel maggio dello scorso anno. 
Il numero di attacchi indiscriminati che colpiscono le infrastrutture civili, uccidendo e ferendo civili, ha raggiunto livelli inimmaginabili: questi attacchi violano il diritto umanitario internazionale. 
In nome dell'umanità, esorto la Federazione Russa a rispettare i propri obblighi ai sensi del diritto internazionale umanitario e a cessare immediatamente gli attacchi indiscriminati contro l'Ucraina".

Hannah McKay/AP
Denise Brown (a destra), insieme alla vice primo ministro ucraino Yuliya Svryrydenko.Hannah McKay/AP

Media e blogger russi: "L'hotel è una base ucraina"

Media e blogger russi, allo stesso tempo, hanno dichiarato che l'hotel sarebbe stato utilizzato come base per organizzazioni militari e paramilitari ucraine.

Zaporizhzhia è tornata ad essere un bersaglio degli attacchi russi da diversi giorni. 
Nella notte tra mercoledì e giovedì sono stati danneggiati diversi edifici civili, tra cui palazzi, negozi e una chiesa. 
Tre le vittime. 

"Il numero di attacchi indiscriminati che colpiscono le infrastrutture civili, uccidendo e ferendo civili, ha raggiunto livelli inimmaginabili: questi attacchi violano il diritto umanitario internazionale".
Denise Brown
diplomatica canadese, coordinatrice umanitaria Onu in Ucraina

L'agenzia nazionale ucraina per l'energia nucleare, la Energoatom, ha lanciato un nuovo allarme: si segnala una perdita di vapore dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa.
La centrale aveva già subito lievi danni nelle notti precedenti, perdendo il collegamento alla linea elettrica principale ad alta tensione. 

Mosca: aeroporti in tilt

Ma anche a Mosca, nella regione della capitale russa e in Crimea sono stati segnalati nuovi attacchi di droni ucraini.
In particolare, uno di questi attacchi ha causato un incendio nella città di Odintsovo, a meno di 20 km a ovest di Mosca.
E tutti gli aeroporti della capitale hanno subito alcune ore di interruzione del servizio a causa dell'allarme droni. 
Circa 10 voli sono stati reindirizzati altrove dall'aeroporto internazionale di Vnukovo, situato a circa 30 km dal centro di Mosca.  

AP/Russian Emergency Ministry Press Service
Sergiev Posad, regione di Mosca (Russia). 9.8.2023AP/Russian Emergency Ministry Press Service

"Evacuazione obbligatoria" a Kupiansk

Nella regione di Kharkiv, nella zona di Kupiansk, le autorità ucraine hanno dichiarato una "evacuazione obbligatoria" in 53 villaggi e insediamenti.

Secondo le autorità locali, nell'area vivono circa 12.000 civili (rispetto ai 57.000 di prima della guerra). 

La situazione è vista come "minacciosa", poiché l'esercito russo "ha formato un gruppo offensivo e sta tentando di avanzare" nell'area, puntando verso la città di Kupiansk, un importante nodo ferroviario.  

Libkos/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Pokrovsk, regione di Donetsk (Ucraina). 9.8.2023Libkos/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

Reznikov "silurato"

A Kiev, intanto, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sta per sostituire il ministro della Difesa Oleksii Reznikov.

Delle possibili dimissioni di Reznikov si era già parlato in febbraio, quando erano emersi scandali di corruzione nel suo ministero. Allora si parlava di sostituirlo con il capo dell'intelligence militare, Kyrilo Budanov.
Reznikov aveva espresso il desiderio di diventare titolare della Giustizia, ma gli era stato offerto il ministero delle Industrie Strategiche, che lui però aveva rifiutato, e alla fine tutti erano rimasti al loro posto.
Ora Zelensky avrebbe cominciato nuovamente a cercare un nuovo ministro della Difesa e avrebbe già parlato con due possibili candidati: il vice primo ministro per la ricostruzione, Oleksandr Kubrakov, e il ministro per le Industrie Strategiche, Olexsandr Kamyshin.

.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, le forze di Mosca avanzano. Kiev ordina di evacuare villaggi nell'area di Kharkiv

Ucraina, tre morti in un attacco a Zaporizhzhia. Allarme per la centrale nucleare

Guerra in Ucraina: Polonia e Russia aumentano la presenza militare ai confini