EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Guerra in Ucraina: Polonia e Russia aumentano la presenza militare ai confini

AFP or licensors
AFP or licensors Diritti d'autore WOJTEK RADWANSKI
Diritti d'autore WOJTEK RADWANSKI
Di Euronews Digital
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il ministero dell'Interno polacco teme che i vicini bielorussi provochino un'altra crisi migratoria.

PUBBLICITÀ

Aumentano le presenze militari: la Polonia decide di inviare altre 2.000 unità a guardia del confine con la Bielorussia, raddoppiando così l'importo del sostegno richiesto dai servizi della Guardia di frontiera.

Il ministero dell'Interno teme, infatti, che i "vicini di casa " provochino un'altra crisi migratoria.

Varsavia accusa Minsk di tratta di esseri umani e flussi di rifugiati armati, cosa che il governo di Lukashenko nega.

Nel frattempo, anche il ministero della Difesarusso annuncia l'arruolamento di truppe ai confini occidentali.

"Le minacce alla sicurezza militare della Federazione Russa - dice Serghei Shoigu, ministro della Difesa - si sono moltiplicate nelle direzioni strategiche occidentali e nord-occidentali.

Un serio fattore destabilizzante è l'adesione della Finlandia alla Nato e quella della Svezia in futuro.

Ulteriori contingenti militari e armi d'attacco della Nato sono suscettibili di essere schierati sul territorio finlandese, ci sono rischi associati alla militarizzazione della Polonia".

La Russia aveva già annunciato il dispiegamento di armi nucleari strategiche in Bielorussia.

Successivamente, anche i mercenari del gruppo Wagner vi si sono trasferiti, col proposito di prendere posizione in prossimità dei confini lituani e polacchi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bersaglio Zaporizhzhia: ancora bombardamenti russi, stavolta su un hotel dell'Onu

Bielorussia, oppositori e media celebrano la Giornata della Libertà

La leader dell'opposizione bielorussa Tsikhanouskaya: "Lukashenko provoca i Paesi vicini"