EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Nell'Aretino presepe ad agosto per 800/o da primo di S.Francesco

A Chiusi della Verna per Festival Francesco 4.0, da 11 a 20/8
A Chiusi della Verna per Festival Francesco 4.0, da 11 a 20/8
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CHIUSI DELLA VERNA (AREZZO), 09 AGO - Un presepe vivente l'11 agosto per festeggiare gli 800 anni dal primo presepe di San Francesco a Greccio (Rieti) e della Regola Francescana. E' quanto annuncia l'Unione dei Comuni montani del Casentino spiegando che l'associazione nazionale Città dei presepi ha pensato di aprire il 'festival Francesco 4.0', che si svolge dall'11 al 20 agosto, con una rappresentazione vivente. L'appuntamento, spiega una nota, è per venerdì 11 agosto a Chiusi della Verna (Arezzo) quando i figuranti del presepe vivente lungofiume di Pescia, che ambienta da sempre la rappresentazione al tempo di San Francesco, guideranno proprio nel centro della cittadina la rappresentazione a cui prenderanno parte anche i figuranti del presepe vivente di Chiusi. L'evento, si spiega, sarà preceduto dall'arrivo del 'lume per la pace nel mondo' prelevato nel 2022 dalla cappella delle Stimmate e di un maxistriscione lungo più di un chilometro creato con l'iniziativa 'Cuciamo la pace'. L'associazione nazionale Città dei presepi e Terre di presepi, si spiega ancora, hanno già invitato i presepisti da tutta Italia ad esporre le proprie natività dal santuario della Verna, fino a Chiusi della Verna e nei centri vicini. "Siamo molto orgogliosi di ospitare un Festival così importante che inaugura la stagione delle manifestazioni dedicate all'ottocentenario francescano - ha dichiarato il sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini - si tratta di qualcosa di nuovo, una prima edizione che porrà al centro San Francesco come figura di collegamento tra i temi presenti e quelli passati, con uno sguardo anche al futuro, e con l'arte che sarà protagonista e farà da filo conduttore, grazie a percorsi ed esposizioni pittoriche". Fabrizio Mandorlini coordinatore di Città dei presepi parla di "un ponte che unisce l'Italia attraverso il presepe e attraverso San Francesco, un anticipo di Natale in uno dei luoghi più importanti del francescanesimo, qui a La Verna nel 2024 si ricorderanno gli ottocento anni dalle stimmate". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turbolenza su un volo dal Qatar diretto in Irlanda: almeno 12 feriti

Guerra in Ucraina, salgono a 16 le vittime dell'attacco russo su un negozio a Kharkiv

Guerra a Gaza: razzi di Hamas contro Israele, sirene a Tel Aviv