EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Strutture campali aviazione per Terminal aeroporto Catania

Messe a disposizione dalla Difesa, 'Sigonella resta opportunità'
Messe a disposizione dalla Difesa, 'Sigonella resta opportunità'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANIA, 22 LUG - Strutture campali illuminate e refrigerate, messe a disposizione dell'aeronautica militare italiana, sono in corso di trasferimento a Catania dal terzo Stormo di Villafranca (Verona). Saranno installate all'aeroporto di Fontanarossa per una migliore gestione dei passeggeri per fronteggiare l'emergenza voli dopo l'incendio del 16 luglio scorso al Terminal A. Le strutture consentiranno di estendere le capacità del Terminal C e di fornire supporto logistico al personale aeroportuale. Si stima che le infrastrutture campali arrivino a Catania domani sera per iniziare subito le operazioni di montaggio. Il potenziamento della struttura di accoglienza non esclude il futuro utilizzo della base militare di Sigonella che, si sottolinea, "rimane un'opportunità a disposizione delle autorità locali e della direzione aeroportuale". Sin dai primi momenti, dopo aver ricevuto la telefonata del presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, la Difesa, è sottolineato, "si è prontamente attivata per fornire il massimo supporto in questa emergenza che sta colpendo migliaia di Siciliani e turisti ricordando di essere al servizio dei cittadini e del Paese soprattutto in situazioni di difficoltà come questa". La Sac ha "ringraziato la Difesa e l'aeronautica militare per il prezioso contributo offerto in questa situazione di contingenza". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 30 maggio - Serale

Polonia: il progetto di coalizione conservatrice Ppe-Ecr sulla strada del fallimento

Difesa: chi sarà il prossimo segretario generale della Nato