EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Verso rinvio commissione Femminicidio, slitta a fine mese

Nata a febbraio ma mai partita per la mancanza del presidente
Nata a febbraio ma mai partita per la mancanza del presidente
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 18 LUG - Nuovo stop per la commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio che, nata cinque mesi fa e per la prima volta in versione bicamerale, è ancora ferma in attesa della nomina del presidente. Convocata oggi, si va verso il rinvio alla prossima settimana, presumibilmente al 26 luglio. Secondo quanto si apprende, all'origine del rinvio potrebbe esserci l'attesa per la definizione dei vertici di altre commissioni, nell'ottica di un accordo complessivo sulle presidenze tra i vari gruppi parlamentari. La commissione sul femminicidio è nata di fatto il primo febbraio, quando l'aula del Senato ha dato l'ok unanime e definitivo alla proposta di legge per la sua istituzione, con 144 sì. Ora sarà formata da 18 deputati e altrettanti senatori. La presidenza è contesa tra M5s, Pd (che però l'ha guidata finora, quando era istituita al Senato) e il centrodestra, in particolare da FdI. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il proliferare di fake news in Slovacchia è un monito per l'Ue

Le notizie del giorno | 27 maggio - Pomeridiane

Meloni: no ad armi Nato all'Ucraina contro la Russia, sì ad alleanza con Popolari di von der Leyen