EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Nuovo dg Ama all'opera, domani incontrerà i lavoratori

Rifiuti a Roma, Filippi vede dirigenti. Arrivano i compattatori
Rifiuti a Roma, Filippi vede dirigenti. Arrivano i compattatori
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(di Gabriele Santoro) (ANSA) - ROMA, 15 LUG - Stamani una serie di riunioni con la prima linea operativa dell'azienda, e già domattina presto il primo sopralluogo in un impianto per incontrare i lavoratori. Il nuovo direttore generale dell'Ama Alessandro Filippi, indicato ieri pomeriggio dal Consiglio d'amministrazione, è già pienamente in campo. D'altronde l'indirizzo che il sindaco Roberto Gualtieri ha dato alla municipalizzata dei rifiuti è molto chiaro: la pulizia della città non è affatto soddisfacente, ora vanno "superate e affrontate - diceva ieri - le criticità che si sono determinate nelle ultime settimane". Ma soprattutto vanno rimosse "le cause strutturali". L'idea del nuovo manager, a quanto pare, è stare fin da subito a contatto con l'azienda, dai dirigenti agli operai. Un'azienda che conosce - è stato già dg tra il 2014 e il 2016 - ma di cui vuole verificare, e da vicino, la situazione 'a oggi'. Domattina, dunque, alle 7,30 si presenterà nell'impianto Ama di Ponte Malnome, dove l'azienda dei rifiuti ha un centro di trasferenza, cioè uno stabilimento dove i rifiuti non vengono trattati ma solo trasferiti da un mezzo all'altro. Ma lo stabilimento in Valle Galeria, a poche centinaia di metri dalla discarica di Malagrotta, è anche una rimessa per i camion. E i mezzi, come ormai pare assodato, sono la causa della crisi di questi giorni. Sono vecchi, si guastano continuamente e tutti assieme, oppure sono in manutenzione. Filippi ha già annunciato che su questo vorrà vederci chiaro fin da subito: "Ciò su cui lavoreremo - ha spiegato - sono le modalità per ripristinare una disponibilità adeguata, sia con attenzione alle soluzioni interne che ci consentano di ripristinare la funzionalità dei mezzi, sia con una attenzione misurabile e attenta alle forniture che vengono dall'esterno". Ecco perché nell'intenso giro di riunioni di questa mattina, oltre alle prime linee operative della gestione degli impianti, della gestione dei rifiuti, della logistica e l'ufficio Ama di Municipio, Filippi ha voluto incontrare anche chi si occupa della gestione della flotta. Già la prossima settimana dovrebbero arrivare 22 grandi compattatori. La strategia del dg è arrivare, quanto prima, a un progressivo e regolare svuotamento dei cassonetti. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turbolenza su un volo dal Qatar diretto in Irlanda: almeno 12 feriti

Guerra in Ucraina, salgono a 16 le vittime dell'attacco russo su un negozio a Kharkiv

Guerra a Gaza: razzi di Hamas contro Israele, sirene a Tel Aviv