EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Vilnius si barrica per il vertice Nato

Soldati lituani pattugliano una strada vicino al confine tra Lituania e Bielorussia, nei pressi del villaggio di Jaskonys, distretto di Druskininkai. Nov. 13, 2021
Soldati lituani pattugliano una strada vicino al confine tra Lituania e Bielorussia, nei pressi del villaggio di Jaskonys, distretto di Druskininkai. Nov. 13, 2021 Diritti d'autore Mindaugas Kulbis/Copyright 2021 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Mindaugas Kulbis/Copyright 2021 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La capitale della Lituania, confinante con la Bielorussia e con l'exclave russa di Kaliningrad, ha adottato tutte le misure necessarie per proteggere i leader dell'Alleanza

PUBBLICITÀ

La Lituania è in stato di allerta.: i confini sono tenuti ancor più sotto controllo nei due giorni di vertice Nato nella capitale Vilnius, l'11 e il 12 luglio. 

Nel corso di un summit che ha portato novità importanti, come l'imminente ingresso della Svezia nell'Alleanza e l'inaugurazione di un Consiglio Nato-Ucraina, cui ha partecipato anche il presidente ucraino Volodomyr Zelensky, le misure di sicurezza sono ancora più accorte. 

Tensione per il vertice Nato

"Abbiamo aumentato la nostra sorveglianza al massimo livello" - ha affermato Rustam Liubaev, capo del servizio di Guardia di frontiera - abbiamo introdotto una serie di misure, a partire dal dispiegamento di materiale aggiuntivo, introducendo anche un sistema tecnologico più avanzato e consolidando la cooperazione con i nostri partner a livello nazionale e internazionale". 

Nei giorni scorsi, si temeva infatti che la Russia potesse mettere in atto una provocazione, considerato anche l'accordo sull'ingresso dell'Ucraina nella Nato, una volta finito il conflitto, e quanto proprio l'allargamento dell'Alleanza sui suoi confini orientali sia stato addotto come pretesto da Putin per avviare l'invasione. 

Sarebbe più che irresponsabile avere il nostro cielo non protetto mentre Biden e i leader di 40 Paesi stanno arrivando
Gitanas Nauseda
Presidente della Lituania

Per questo, sedici Stati membri dell'alleanza hanno inviato un totale di circa mille soldati: molti hanno fornito anche sistemi avanzati di difesa aerea che mancano agli Stati baltici. 

Una vita al confine

La posizione di Vilnius è tanto strategica per la Nato quanto rischiosa ed esposta a un'eventuale diramazione degli obiettivi strategici del Cremlino. 

Dopo qualche mese dall'inizio dell'invasione, Mosca e Vilnius si sono scontrate in seguito alle sanzioni imposte alle merci che transitano verso Kalilingrad. 

Alcuni lituani si sono isolati dai loro vicini dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, altri, come Natasha, continuano questo percorso. 

"Voglio rivedere mia nonna - dice - stiamo andando al confine e non sappiamo nemmeno cosa può essere cambiato, potrebbero anche non farci passare".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Vertice Nato di Vilnius, la delusione di Zelensky

Via al vertice Nato a Vilnius, iniziato sotto i migliori auspici

Il giornalista Usa Evan Gershkovich sarà processato in Russia con l'accusa di spionaggio