EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Sergei Shoigu, il generale-ministro amico di Putin (e nemico di Prigozhin), resta in sella

Putin e Shoigu, tra i boschi...
Putin e Shoigu, tra i boschi... Diritti d'autore Screenshot AP VIdeo Archive
Diritti d'autore Screenshot AP VIdeo Archive
Di Cristiano TassinariEuronews World
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Profilo del ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, uscito vincitore dalla "sfida" con il capo della Wagner, Yevgeny Prigozhin. Uno dei "fedelissimi" di Vladimir Putin, pur non facendo parte del famoso "cerchio magico" di San Pietroburgo

PUBBLICITÀ

Restano ancora molti interrogativi dopo la sedizione del gruppo Wagner.

Il suo leader, Evgeny Prigozhin, è ora in esilio in Bielorussia, mentre il suo nemico numero 1, il ministro della Difesa russo, il generale Sergei Shoigu, continua ad essere sostenuto dal Cremlino.

68 anni, nato in un paese della Siberia e considerato un russo “non etnico”, il profilo di Shoigu è lontano da quello della maggior parte dei politici del suo rango in Russia. 

Prima ministro delle Emergenze (1991-2012) e Governatore dell'Oblast di Mosca, da 11 anni ministro della Difesa, Shoigu deve la sua scalata alla profonda amicizia con Vladimir Putin, pur non facendo parte del famoso "cerchio magico" degli amici di San Pietroburgo.

Grafica Euronews
Chi la spunterà?Grafica Euronews

"Putin ha bisogno dei fedelissimi, come Shoigu"

Spiega Emily Ferris, ricercatrice di sicurezza internazionale specializzata in politica russa:  
“Shoigu è una persona con cui Putin ha costruito un rapporto molto personale. È sotto i riflettori dal 2012 e non viene dal gruppo di San Pietroburgo con cui Putin ha iniziato la sua carriera. Con Putin ha un rapporto molto diverso. Shoigu è una persona molto leale. Con le elezioni regionali di settembre alle porte, che saranno molto importanti, e le elezioni presidenziali di marzo 2024, Putin ha davvero bisogno di circondarsi dei suoi collaboratori più fedeli. Quindi, sarebbe un errore da parte sua rimuoverlo adesso”.

Euronews
"Shoigu non è in discussione da parte di Putin..."Euronews

In numerose occasioni, Prigozhin ha denunciato l'incompetenza di Shoigu che, con le sue fallimentari strategie (giudicate così da Prigozhin), avrebbe causato la morte di molti combattenti del gruppo Wagner in Ucraina.
Prigozhin ha più volte chiesto la rimozione di Shoigu da ministro della Difesa e del generale Gerasimov da capo di Stato Maggiore.

“Se parliamo solo di Shoigu, non sono affatto convinta che sia in discussione", continua Emily Ferris. 
"Penso che la sua posizione sia relativamente sicura, al momento. Se, invece, parliamo dei vertici militari, è possibile che, nelle prossime settimane o mesi, Putin inneschi una sorta di rotazione dei comandanti più esperti. Ma penso che starà molto attento affinché ciò non venga visto come una risposta alle richieste di Prigozhin, perché sarebbe visto come una grande debolezza politica".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Prigozhin riappare in un video che lo ritrae in Africa

Russi d'Europa: minoranza incompresa?

Lukashenko: "Prigozhin è in Bielorussia". Putin ammette finanziamento della Wagner