EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Incendia Suv a donna che lo respinge, obbligo 'braccialetto'

Nel Catanese, minaccia con una mazza lei e il suo fidanzato
Nel Catanese, minaccia con una mazza lei e il suo fidanzato
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GIARRE, 08 GIU - Avrebbe appiccato il fuoco al Suv della donna della quale si era invaghito, non ricambiato, dopo aver scoperto che lei aveva già una relazione con un altro uomo. È l'accusa contestata dalla Procura di Catania a un 60enne che è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Giarre per atti persecutori e incendio doloso. In sede di convalida il gip ha disposto per l'indagato i domiciliari con l'obbligo dell'uso del braccialetto elettronico per poterne monitorare gli spostamenti. L'uomo era stato trovato dai carabinieri, intervenuti dopo una segnalazione al 112, nel cortile di un condominio: era accanto a un Suv in fiamme che inveiva contro una donna e i condomini che cercavano di domare l'incendio. Secondo la ricostruzione dell'accusa, il 60enne, brandendo una mazza di legno, aveva iniziato a insultare a gran voce la donna e a minacciare di morte anche il fidanzato, invitandolo a raggiungerlo nel cortile. Aveva poi cosparso l'autovettura della vittima di liquido infiammabile e vi aveva dato fuoco. Alcuni condomini sono intervenuti per spegnere le fiamme che nel frattempo hanno danneggiato anche altri mezzi, ma l'uomo ha inveito anche nei loro confronti, minacciando di dare fuoco a tutte le auto in sosta nel cortile. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Almeno 577 persone uccise dal caldo durante il pellegrinaggio alla Mecca

Argentina, nuova protesta contro Milei per chiedere il rilascio di 16 manifestanti

Russia: soldato statunitense condannato a tre anni per furto, aggressione e minacce di morte