EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Ucraina, il presidente Zelensky: "decisioni prese sulla controffensiva"

Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina Diritti d'autore Diritti d'autore Roman Chop/AP
Diritti d'autore Diritti d'autore Roman Chop/AP
Di Oleksandra Vakulina
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il presidente Volodomyr Zelensky ha detto che tempi della tanto attesa controffensiva dell'Ucraina sono stati fissati

PUBBLICITÀ

Ancora un altro attacco a Kiev, il terzo in sole 24 ore circa. Nella notte tra lunedì e martedì le difese aeree ucraine hanno distrutto 29 dei 31 droni Shahed di fabbricazione iraniana lanciati dalla Russia sulla capitale.

L'Istituto per lo studio sulla guerra ha valutato che le forze russe hanno iniziato una nuova campagna aerea per contrastare le capacità della controffensiva ucraina, ma la decisione di Mosca di prendere ora di mira Kiev sta probabilmente influendo ulteriormente sulle possibilità di limitare in modo significativo le potenziali azioni della controffensiva.

Il presidente Volodomyr Zelensky ha detto che tempi della tanto attesa controffensiva dell'Ucraina sono stati fissati. "Le decisioni sono state prese", ha detto, senza fornire ulteriori dettagli.

Dopo l'attacco a Kiev, i droni hanno colpito diversi edifici a Mosca causando danni "minori" e nessun ferito grave. Questo è quanto ha riferito il sindaco della capitale russa.

Mosca si trova a circa 500 km dal confine con l'Ucraina e solo raramente è stata presa di mira da attacchi di droni dall'inizio dell'invasione russa su vasta scala, anche se questi attacchi sono diventati più comuni in altre zone della Russia.

In precedenza ci sono state segnalazioni di droni abbattuti nelle regioni di Kursk e Belgorod, entrambe confinanti con l'Ucraina.

Ad aprile un drone è caduto nella città di Kireevsk, a circa 400 km dal confine con l'Ucraina, ferendo almeno tre persone in un'esplosione dopo essere stato abbattuto, secondo quanto riferito dai media statali russi.

Una raffineria di petrolio nella regione russa di Krasnodar, a circa 200 km dal confine con la Crimea, è stata presa di mira dai droni il 5 e 4 maggio. Un sospetto attacco di droni ha ferito oltre 10 soldati russi in un campo di addestramento militare nella regione di Voronezh.

Il ministero della Difesa russo ha fatto sapere che l'Ucraina è responsabile di quello che ha subito definito un "attacco terroristico" con droni. Kiev ha negato ogni coinvolgimento diretto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nuovo attacco aereo su Kiev: una dozzina di feriti e tre vittime. Uccisa una bambina di 11 anni

L'ok del Fmi, le accuse di terrorismo e la centrale di Zaporizhzhia: le ultime dall'Ucraina

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky