Romania: continuano gli scioperi degli insegnanti per aumento dei salari

Gli insegnanti protestano in Romania
Gli insegnanti protestano in Romania Diritti d'autore MARIUS NEMES/AP
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da due giorni gli insegnanti scioperano in Romania per chiedere l'aumento dei salari

PUBBLICITÀ

Continuano le proteste degli insegnanti della scuola primaria e secondaria in Romania. I manifestanti chiedono al governo l'aumento dei salari.

Gli scioperanti, circa 150mila persone, riferiscono che non torneranno a lavorare finché il governo non accoglierà le loro proposte di riforma.

Le richieste

Tra le istanze principali figurano, oltre l'aumento dei salari, l'indicizzazione dell'inflazione, la retribuzione degli straordinari più investimenti per potenziare le infrastrutture scolastiche e fornire adeguato materiale didattico.

Al momento, le negoziazioni con il governo non hanno portato risultati soddisfacenti per le parti in causa.

Il salario medio iniziale di un insegnante romeno è di circa 480 euro al mese, una cifra al di sotto del salario medio, che si aggira intorno ai 916 euro.

La prima volta dopo tanto tempo

Lo sciopero è un evento particolarmente importante per il paese: l'ultima protesta degli insegnanti di simile portata è avvenuta nel 2005.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Troppi aerei, sovraffollamento dei cieli e scioperi: l'estate difficile dei viaggiatori

In Romania altri missili Patriot statunitensi

Romania, interrogati l'influencer Andrew Tate e il fratello Tristan