Migranti: deputato a ministri, criticità al Sai di Caserta

Interrogazione Francesco Mari in Parlamento su servizio sospeso
Interrogazione Francesco Mari in Parlamento su servizio sospeso
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CASERTA, 17 MAG - Arriva in Parlamento, grazie all'interrogazione ai ministeri dell'Interno e della Pubblica amministrazione presentata dal deputato del Gruppo Alleanza Verdi e Sinistra Francesco Mari, la vicenda del Sai di Caserta, il Sistema di Accoglienza e Inclusione dei migranti sospeso a metà febbraio per sei mesi dal Viminale, in seguito alle criticità riscontrate nella gestione del progetto per il triennio 2020-2022 da parte di un raggruppamento di imprese formato. Criticità denunciate da una parte dei migranti del Sai, quelli di origine africana, e su cui indaga con due fascicoli la Procura di Santa Maria Capua Vetere. Dopo la sospensione e in attesa che il Comune pubblichi un nuovo bando per riattivare il servizio (ha tempo fino ad agosto), una trentina dei 105 migranti ospiti ha subito lasciato il Sistema, mentre i 70 rimasti sarebbero dovuti essere trasferiti in altri Sai disponibili in diverse Regioni, ma solo in pochi hanno accettato il trasferimento, non volendo perdere la scuola, il lavoro o i corsi di formazione, tutti passi fatti in questi anni a Caserta verso l'inclusione. Addirittura molti bengalesi trasferiti in Puglia o in Emilia in aree di campagna o lontano dalle città, sono tornati a Caserta preferendo trovare alloggio presso familiari o arrangiarsi. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 23 febbraio - Pomeridiane

Ucraina, almeno 30mila dispersi: l'altro dramma di due anni di guerra con la Russia

Francia: allarme bruchi per le alte temperature