EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Csm, la pm delle molestie doveva denunciare non vendicarsi

Depositate le motivazioni della condanna, 'condotta grave'
Depositate le motivazioni della condanna, 'condotta grave'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - La sua condotta è "grave" anche perchè si è concretizzata in una "sorta di giustizia fai da te": "anzichè denunciare" chi l'aveva molestata sessualmente quattro anni prima, "si è fattivamente attivata con il dott. Palamara per condizionare" i componenti del Csm "affinchè esprimessero il loro voto contrario alla nomina del dott. Creazzo all'ufficio di procuratore della Repubblica di Roma". Lo scrive la Sezione disciplinare del Csm nelle motivazioni della condanna alla censura inflitta alla pm di Palermo Alessia Sinatra il 21 febbraio scorso. Una decisione che allora aveva suscitato un vespaio di polemiche. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grecia, a Itaca e Patrasso la bonifica dei mari deturpati dagli allevamenti ittici abbandonati

L'estate più calda di sempre? Cosa potrebbe arrivare in Europa nei prossimi mesi secondo gli esperti

Germania, elezioni in Turingia: l'estrema destra avanza ma non sfonda