EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Dzankoi: l'attacco serve a "smilitarizzare la Russia"

La giornalista Sasha Vakulina fa il punto della situazione in Ucraina
La giornalista Sasha Vakulina fa il punto della situazione in Ucraina Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le autorità ucraine non hanno rivendicato direttamente la responsabilità dell'attacco a Dzankoi, nella Crimea annessa, ma hanno detto che è utile alla "smilitarizzazione della Russia e a preparare la penisola di Crimea alla de-occupazione"

PUBBLICITÀ

Le autorità ucraine non hanno rivendicato direttamente la responsabilità dell'attacco notturno di lunedì a Dzankoi, nella Crimea annessa, ma hanno detto che serve a "smilitarizzare ulteriormente la Russia e a preparare la penisola di Crimea alla de-occupazione".

Il Ministero della Difesa ucraino ha dichiarato che l'attacco ha distrutto i missili da crociera russi "Kalibr" che venivano trasportati in treno nella città di Dzhankoi, nella Crimea occupata dai russi. La città è uno snodo importante nell'assetto dell'area.

Il ministero della Difesa britannico nel 2022 ha affermato che "due dei più importanti campi d'aviazione militari russi in Crimea si trovano a Dzhankoi e Hvardiiske".

I funzionari ucraini affermano da tempo che la base aerea militare vicino a Dzhankoi e la città stessa sono state trasformate nella più grande della Russia nella Crimea annessa.

Oleg Kryuchkov, consigliere nominato da Mosca del capo della Crimea insediato dalla Russia, ha detto che l'attacco con i droni era rivolto a obiettivi civili, affermando che "non ci sono siti militari nelle vicinanze".

Dzhankoi è anche un nodo stradale e ferroviario chiave che svolge un ruolo molto importante nel rifornire le operazioni della Russia nell'Ucraina meridionale sia verso Kherson che verso la regione di Zaporizhzhia e la costa del mare di Azov. In generale, Dzhankoy è lo snodo chiave per tutte le ferrovie in Crimea, compresi i rifornimenti da Kerch a Sebastopoli - un'importante base navale per la flotta russa del Mar Nero. Alcune delle più importanti navi da guerra russe vi sono state attraccate, comprese navi di superficie dotate di missili da crociera.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"La nostra amicizia non ha limiti": Xi Jinping incontra Vlaimir Putin per secondo giorno di visite

Guerra in Ucraina: diecimila sfollati nella regione di Kharkiv

Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione stabilizzata a Kharkiv", ma Mosca è avanzata di 10 km