Covid: Capua, nuovi equilibri per creare la salute circolare

La scienziata è tornata in Italia e insegnerà alla Johns Hopkins
La scienziata è tornata in Italia e insegnerà alla Johns Hopkins
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 21 FEB - La professoressa Ilaria Capua, dopo un lungo periodo trascorso negli Stati Uniti ha deciso di rientrare in Italia e insegnare all'Università Johns Hopkins SAIS Europe in qualità di 'Senior fellow of global health', per cercare di intensificare "la collaborazione scientifica tra Europa e Stati Uniti, molto importante per risolvere i problemi legati alla salute globale, alla crisi climatica, alla pandemia". Capua, nella lezione che ha inaugurato la sua attività nell'ateneo che ha sede a Bologna, ha spiegato come "la salute circolare preveda un'inclusività maggiore. Dobbiamo iniziare a pensare in termini di equilibri nuovi - ha ricordato - dando una mano al nostro pianeta che da solo non ce la fa". Capua ha menzionato non solo la crisi causata dal Covid, ma anche le difficoltà ad avviare importanti campagne vaccinali per sconfiggere l'influenza aviaria per non interrompere il commercio globale di pollo. "Se si vaccina ci sono conseguenze per il commercio", ha osservato Capua, rivolgendosi direttamente agli ex presidenti del Consiglio Mario Monti e Romano Prodi, seduti in platea ad ascoltarla. "Sono tornata in Italia perché la scienza ha bisogno delle scienze sociali e di altre discipline per progredire - ha concluso -io che predico come una radio l'importanza dell'interdisciplinarità, sono qui a farla e cercare di creare i ponti per arrivare ad una salute circolare e una salute migliore per il sistema di cui siamo ospiti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, un agente di polizia e un vicesceriffo muoiono in una sparatoria nello Stato di New York

Polonia, pro vita in marcia contro l'estensione del diritto all'aborto proposta dal governo

Nigeria: dieci anni fa il rapimento di 276 studentesse da parte di Boko Haram