Ue-Africa, un summit per rilanciare i rapporti tra Bruxelles e i paesi africani

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Summit Ue-Africa
Summit Ue-Africa   -   Diritti d'autore  Diritti d'autore Dario Pignatelli/ European Union 2022

Un vertice di due giorni per riavviare i legami tra Unione europea e Africa attraverso l'impegno di grandi investimenti di fronte alla concorrenza di Cina e Russia. Lo hanno stabilito il presidente francese Macron, il cui paese detiene la presidenza di turno dell'Unione e i leader dei paesi africani.

Al centro dei colloqui le controversie sulle forniture di vaccini contro il Covid, la lotta all'immigrazione clandestina, e l’aumento dei mercenari russi in Africa.

Bruxelles mira a convincere i 40 leader africani che l'Europa è il loro "partner più affidabile" puntando su un'iniziativa di investimento che mira a mobilitare 150 miliardi di euro di fondi pubblici e privati nei prossimi sette anni. La controparte intanto sta spingendo per un passo molto più concreto ovvero convincere gli stati membri dell’Unione europea a consentire al Fondo monetario internazionale (FMI) di stanziare decine di miliardi di dollari in ulteriori aiuti.

L’Ue guarda agli investimenti in progetti infrastrutturali nel Paesi terzi, che può già compiere un bilancio provvisorio del suo progetto bandiera intitolato Global Gateway, che mira a mobilitare 300 miliardi di euro per progetti nel campo del digitale, del clima e dell’energia, dei trasporti, della salute, della formazione e della ricerca da attuare in Africa, America Latina, Caraibi e Pacifico.

Progetti ambiziosi per rafforzare l'accesso a Internet, i collegamenti di trasporto e le energie rinnovabili mentre cerca di fornire un'alternativa ai prestiti a buon mercato da parte di Pechino. I dettagli sui finanziamenti rimangono vaghi mentre tali iniziative devono ancora essere concordate con la parte africana.

Nel febbraio 2022 i leader africani ed europei avevano concordato una visione comune per un partenariato rinnovato. L'obiettivo è conseguire la solidarietà, la sicurezza, la pace e uno sviluppo economico e una prosperità sostenibili e sostenuti per i cittadini dell'Unione africana e dell'Unione europea ora e in futuro, riunendo persone, regioni e organizzazioni.

Tale partenariato rinnovato comporta:

• un pacchetto di investimenti Africa-Europa da 150 miliardi di EUR

• la fornitura di 450 milioni di dosi di vaccino all'Africa entro la metà del 2022

• una cooperazione rafforzata per la pace e la sicurezza

• un partenariato rafforzato per la migrazione e la mobilità

• un impegno a favore del multilateralismo.