EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ue: un forum sulla difesa per sostenere l'industria militare Ucraina

Soldati della Guardia nazionale ucraina della 1ª brigata Bureviy (Uragano) si esercitano durante l'addestramento al combattimento in un campo di addestramento militare nel nord dell'Ucraina, 8 novembre 2023
Soldati della Guardia nazionale ucraina della 1ª brigata Bureviy (Uragano) si esercitano durante l'addestramento al combattimento in un campo di addestramento militare nel nord dell'Ucraina, 8 novembre 2023 Diritti d'autore AP Photo/Efrem Lukatsky
Diritti d'autore AP Photo/Efrem Lukatsky
Di Euronews Agenzie:  AP
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Il forum dell'industria della difesa si è tenuto a Bruxelles per discutere della cooperazione con l'Ue e dell'aumento della produzione di munizioni per Kiev in risposta ai continui attacchi della Russia

PUBBLICITÀ

L'Unione europea ha ospitato lunedì un forum sull'industria della difesa per discutere sulla attuale situazione in Ucraina, e per cercare nuovi modi per rifornire Kiev delle armi e munizioni di cui ha bisogno per far fronte all'aggressione russa.

All'evento di Bruxelles hanno partecipato circa 140 aziende provenienti da 25 Paesi con l'obiettivo principale di collegare l'industria militare Ucraina a quella dell'Ue.

Gli oltre 350 rappresentanti delle istituzioni dell'Ue, dei governi, delle industrie della difesa europee e ucraine, delle associazioni di settorehanno preso in considerazione lo sviluppo della produzione militare in territorio ucraino. Secondo gli esperti, la produzione interna aiuta il Paese a soddisfare le proprie esigenze militari, ciò implicherebbe, inoltre, una riduzione dei costi di trasporto per importare armi e munizioni.

"Produciamo in Europa, ma dovremmo essere in grado di produrre sul territorio ucraino", ha detto l'Alto rappresentante per gli Affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell, "per risparmiare sui costi, ridurre i tempi di consegna ed essere più vicini alle esigenze del Paese".

L'Alto rappresentante per la politica estera europea, Josep Borrell
L'Alto rappresentante per la politica estera europea, Josep BorrellJean-Francois Badias/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.

Rifornire l'Ucraina: "un compito difficile"

Rifornire militarmente l'Ucraina si è rivelato un compito difficile per gli alleati del Paese. Nei due anni di invasione russa, Mosca ha ripetutamente colpito le capacità industriali di Kiev come uno dei suoi obiettivi principali nel tentativo di indebolire la resistenza del Paese nemico.

È la prima volta che il forum viene ospitato da Bruxelles. Nel 2022 si era tenuto proprio in Ucraina e, l'anno successivo, negli Stati Uniti. I rappresentanti del settore bellico hanno ampiamente espresso il desiderio di integrare l'industria della difesa ucraina nell'ecosistema delle capacità di difesa europee, priorità condivisa da Kiev.

"Il nostro obiettivo è quello di trovare ulteriori fondi per gli acquisti per le forze armate ucraine", ha dichiarato il Ministro ucraino per le Industrie Strategiche Oleksandr Kamyshin. "È il modo più rapido per aiutare il fronte".

La notizia fa seguito alla proposta di una strategia di difesa comune europea che vuole rendere il settore della difesa dell'Ue pronto a qualsiasi circostanza anche alla luce dello sviluppo dei recenti conflitti mondiali.

Il piano propone anche un finanziamento di 1,5 miliardi di euro per l'industria della difesa europea, con l'obiettivo di rendere il blocco più sicuro e di avvantaggiare i principali alleati, tra cui la Nato e l'Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: accordo tra Kiev e Mosca per lo scambio di 48 bambini sfollati

Guerra in Ucraina: colpite infrastrutture energetiche in Russia, almeno due morti a Belgorod

Putin: "La Russia è pronta a una guerra nucleare ma non pensiamo di ricorrere all'arsenale"