EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Davos 2023 alle porte. Cosa ci aspetta quest'anno?

Davos 2023 è alle porte
Davos 2023 è alle porte Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Oleksandra Vakulina
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sulle nevi svizzere leader mondiali, imprese, FMI, Onu si incontreranno per discutere di economia, ma non solo

PUBBLICITÀ

Oltre 50 capi di Stato e di governo, 19 governatori di banche centrali, 30 ministri del Commercio e 35 ministri degli Esteri, nonché i vertici delle Nazioni Unite, del Fondo Monetario Internazionale e dell'Organizzazione Mondiale del Commercio, tutti in un unico luogo. Questo può significare solo una cosa: l'incontro annuale del World Economic Forum o semplicemente "Davos", come lo conosciamo, è tornato.

Quest'anno si registrerà la più alta partecipazione di imprese a Davos, con oltre 1.500 leader registrati in 700 organizzazioni. Torneranno tutti nella località sciistica svizzera di Davos, dopo due anni di cancellazioni dovute alla pandemia e all'eccezionale incontro di primavera di maggio.

Qual è lo scopo dell'intero vertice di Davos, da sempre criticato come "un raduno di élite"? L'amministratore delegato di JPMorgan Chase, Jamie Dimon, ha detto che la migliore descrizione che ha sentito è stata: "È dove i miliardari dicono ai milionari cosa prova la classe media".

Non solo un "vertice per l'élite"

Ma Davos ha un solido passato. Ad esempio, nel 2000 venne lanciata l'Alleanza Globale per i Vaccini e l'Immunizzazione (GAVI), che da allora ha migliorato l'accesso a vaccini nuovi e sottoutilizzati per milioni di bambini più vulnerabili a livello globale.

Cosa c'è in programma a Davos quest'anno? Il tema del 2023 è "La cooperazione in un mondo frammentato". I partecipanti analizzeranno come il duplice innesco della pandemia di Covid-19 e della guerra in Ucraina abbia scosso un sistema globale già fragile.

Pochi giorni prima dell'inizio dell'incontro annuale, il World Economic Forum ha pubblicato il "Rapporto sui rischi globali del 2023". 

Secondo l'ultimo rapporto, la "crisi del costo della vita" è il rischio più grave a breve termine, mentre il fallimento della mitigazione del clima e dell'adattamento climatico sono le maggiori preoccupazioni a lungo termine.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brasile, Bolsonaro accusato di aver falsificato le certificazioni Covid

Germania, farmacie sospettate di rivendere il farmaco anti-Covid in Russia e Ucraina

Davos, manifestazione contro il World economic forum: non si fa abbastanza per il clima