Russia, il portavoce Peskov: "Nessun piano di pace dall'Ucraina"

La guerra in Ucraina
La guerra in Ucraina Diritti d'autore Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ucraia, la tensione non si allenta. Il portavoce del Cremlino Peskov: "Non potrà esserci pace che non tenga conto delle annessioni fatte dalla Russia"

PUBBLICITÀ

52 minuti di intervento alla Verkhovna Rada (il parlamento ucraino): il presidente Zelensky ha parlato davanti all'Assemblea della ricostruzione del Paese, sempre sotto assedio. 

Per il rilancio economico, il leader ucraino ha chiesto ai parlamentari di sviluppare una legislazione per stimolare le imprese ad entrare nel mercato ucraino. Ma la guerra congela tutto. 

Su fb Zelensky cita la fortezza Bakhmut.
Ecco cosa il presidente ucraino scrive nel post: "La nostra #FortezzaBakhmut. L'anno scorso ci vivevano 70.000 persone. Ora vi sono rimasti solo pochi civili. Non c'è luogo che non sia coperto di sangue. Non c'è ora in cui non si senta il terribile rombo dell'artiglieria. Eppure, Bakhmut resiste. Le nostre forze di difesa resistono. Il Donbass ucraino resiste". 

La visita del ministro della Difesa francese a Kiev

Il ministro della Difesa francese è arrivato a Kiev per discutere di un ulteriore supporto militare all'Ucraina. "Il sostegno del governo francese è incondizionato" ha detto Sebastien Lecornu.

Lecornu si è recato nella capitale ucraina dopo un viaggio in Polonia, dove martedì ha annunciato un accordo per la vendita a Varsavia di due satelliti militari di fabbricazione francese.

A Kiev, Lecornu ha deposto una corona di fiori presso un monumento ai caduti per rendere omaggio agli ucraini morti per difendere il Paese dall'invasione russa. 

Peskov: "Non ci sarà pace se non si terrà conto delle annessioni"

Mercoledì il ministero della Difesa russo ha pubblicato un filmato di quello che ha descritto come "il lavoro di combattimento degli equipaggi degli elicotteri d'attacco Mi-35 e Mi-28 del Distretto militare occidentale durante un'operazione militare speciale". 

Niente lascia presagire un allentamento della tensione. Il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha dichiarato che "non c'è ancora alcun piano di pace da parte dell'Ucraina. E non può esserci alcun piano di pace che non tenga conto dell'incorporazione delle nuove quattro regioni prima ucraine alla Russia. Qualsiasi piano che non riconosca queste realtà non può essere considerato un piano di pace".

Le immagini diffuse dal Ministero della Difesa russo il 28 dicembre mostrano i lavori di ricostruzione di una parte della strada chiave che collega Mosca alla Crimea. La strada attraversa i territori sequestrati nel sud-est dell'Ucraina, fornendo un'alternativa più rapida al ponte di Crimea ed è una delle principali "conquiste" della Russia nell'offensiva militare del Paese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, Kuleba: "Le Nazioni Unite assumano un ruolo guida nell'ospitare colloqui di pace"

Zelensky, missione americana: per Putin Kiev vuole solo continuare la guerra

Ucraina: due anni di guerra e di treni, l'importanza delle ferrovie ucraine