EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Twitter, ripristinati gli account dei giornalisti sospesi dal social network

Twitter
Twitter Diritti d'autore Gregory Bull/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Gregory Bull/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

“La gente ha parlato. Gli account che hanno doxxato la mia posizione vedranno revocata ora la sospensione". Proprio con un post su Twitter, Elon Musk rispristina gli account dei giornalisti sospesi dal social di sua proprietà

PUBBLICITÀ

La gente ha parlato. Gli account che hanno doxxato la mia posizione vedranno revocata ora la sospensione". Proprio con un post su Twitter, Elon Musk rispristina gli account dei giornalisti sospesi dal social network di sua proprietà. Il magnate li aveva accusati di essere una minaccia alla sua famiglia per aver postato i movimenti del suo jet privato.

Dopo aver organizzato un sondaggio tra gli utenti, che ha visto la partecipazione di quasi 4 milioni di persone, il 59% ha votato per il ripristino immediato degli account. Su quanto accaduto erano intervenuti anche Unione europea e Onu.

Stéphane Dujarric, portavoce delle Nazioni Unite, chiedendo maggiori informazioni, ha fatto notare che il Palazzo di Vetro ha bisogno di Twitter per diffondere notizie libere e affidabili. "Le voci dei media non dovrebbero essere messe a tacere su una piattaforma che pretende di dare spazio alla libertà di parola. Twitter per il suo stesso predominio nel mercato rimane un social estremamente importante per condividere informazioni reali.”

In moltissimi avevano criticato la decisione di sospendere quegli account, puntando il dito contro il tycoon e facendo notare che la sua presa di posizione contrastava con le sue ripetute promesse di ampliare la libertà di parola sulla piattaforma e censurare il meno possibile i contenuti.

Commissione europea su tutte le furie

La decisione di Elon Musk di sospendere i profili di alcuni giornalisti ha fatto andare la Commissione europea su tutte le furie. Spesso critici nei confronti della nuova politica del social network, i giornalisti coinvolti si sono visti oscurare i loro profili Twitter e sono stati accusati dal proprietario di Tesla di stalking.

Sullo stesso social la vicepresidente della Commissione europea Věra Jourová ha chiesto di imporre sanzioni. "La linea rossa è stata superata, la legge sui servizi digitali in vigore nell'Unione europea richiede il rispetto della libertà dei media e dei diritti fondamentali, un obiettivo perseguito dalla legge europea sui media", ha detto la commissaria responsabile della Trasparenza e dei Valori.

La Commissione pretende che ci sia un rapporto chiaro tra le piattaforme e i loro utenti, in modo che non ci siano decisioni arbitrarie che favoriscono alcuni e penalizzano altri", ha detto un portavoce.

A capo di Twitter da fine ottobre, Musk continua a collezionare critiche. Per molti la sospensione dei giornalisti dal social "smentisce l'affermazione di Elon Musk di rendere Twitter la piattaforma della libertà di parola". A dirlo tra i tanti è la direttrice del Washington Post Sally Buzbee. 

Per la CNN la volatilità della politica di Twitter deve essere scrupolosamente osservata. Matt Binder, che lavora per il giornale di tecnologia Mashable, ha detto di essere stato oscurato da Twitter dopo aver condiviso un tweet di un suo collega della CNN. La polizia di Los Angeles non avrebbe riscontato nessun reato ai danni di Musk.

Fervente difensore della libertà di espressione, con l'occhiolino rivolto alle autorità che vogliono un impegno maggiore nella moderazione dei contenuti illegali, Musk ha ripristinato gli account precedentemente oscurati, tra cui quello di Donald Trump.

Non solo Twitter, in vendita azioni di Tesla

Intanto il team di Elon Musk sta cercando nuovi investitori azionari per Twitter, con gli inserzionisti che si stanno defilando, e i pagamenti del debito che incombono. A rivelare la notizia la piattaforma news Semafor, citando fonti vicine all'operazione. Il manager finanziario di Musk, Jared Birchall, avrebbe contattato i potenziali investitori la scorsa settimana, offrendo azioni del social network allo stesso prezzo, 54,20 dollari, che Musk ha pagato per acquisire la società a ottobre.

Ross Gerber, un investitore di Tesla che ha dichiarato di aver investito meno di un milione di dollari nell'acquisizione originale di Twitter da parte di Musk, ha confermato di essere stato contattato giovedì sera per un altro round di finanziamento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La direttiva europea contro le "Slapp", le querele infondate ai giornalisti

Giornata mondiale della libertà di stampa, Reporter senza frontiere: giornalisti sotto pressione

Un anno di carcere russo per il giornalista Usa, Evan Gershkovich