This content is not available in your region

Sanità, rinnovato il contratto di lavoro dei 550 mila dipendenti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Previsti un umento di 90 euro e indennità di categoria
Previsti un umento di 90 euro e indennità di categoria

(ANSA) – ROMA, 16 GIU – Rinnovato il contratto di lavoro dei
circa 550mila dipendenti della Sanità pubblica del Servizio
sanitario nazionale: è stata sottoscritta nella tarda serata di
ieri l’ipotesi di rinnovo del Contratto nazionale dei lavoratori
del comparto, dagli infermieri ai radiologi al personale
amministrativo, oltre tra gli altri a ostetriche e ricercatori.
Il primo risultato raggiunto, affermano i sindacati, è un
riconoscimento sul fronte economico: l’aumento minimo medio
lordo mensile è infatti di 90 euro, ma sono anche previste
specifiche indennità di categoria. Il contratto ha una vigenza
2019/2021 e interessa precisamente 545 mila lavoratrici e
lavoratori.
L’accordo è stato firmato da Aran e dalle organizzazioni
sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Fials, Nursind e Nursing Up
che esprimono “grande soddisfazione per un risultato importante
e atteso da tempo”. Con questo rinnovo, “a fronte delle risorse
stanziate dal governo – affermano i sindacati – riconosciamo
salario, diritti e tutele a lavoratrici e lavoratori che in
questi anni difficili hanno affrontato l’emergenza pandemica
garantendo la tenuta del Servizio sanitario e la salute dei
cittadini. Il contratto rappresenta un punto di partenza per un
effettivo rilancio del Servizio sanitario, che dovrà passare
adesso da maggiori risorse e da assunzioni stabili”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.