This content is not available in your region

I presidenti dei paesi Baltici e della Polonia in visita in Ucraina

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Solidarietà a Zelensky
Solidarietà a Zelensky   -   Diritti d'autore  AFP

Solidali per prossimità, sia geografica che di principio: i presidenti dei Paesi baltici e della Polonia sono volati in Ucraina per mostrare la loro vicinanza a Volodymyr Zelensky.

Anche Borodyanka, luogo dell'incontro con il presidente ucraino, ha una forte valenza simbolica: la città, catturata dai russi nella loro avanzata verso Kiev, ha conosciuto una delle pagine più drammatiche della guerra, come sottolineato da Gitanas Nausèda, il presidente lituano.

"È difficile trovare un paragone nella storia con altri casi in cui intere famiglie sono state uccise e sepolte sul posto, in cui i bambini sono stati abusati e la bestialità si rivela in tutto il suo odio. Queste sono le cose che non si concepisce possano arrivare dalle persone ma da qualche altra creatura, da qualche malinteso della natura. Quindi, dobbiamo porre fine a questa terribile guerra" ha detto Nausèda.

Nel tweet del presidente lituano: "Carri armati russi distrutti dall'esercito ucraino a Dmytrivka. L'eroismo, l'amore per la libertà e la Patria trionfano sempre sulla ferocia. __L'Ucraina ha bisogno di armi per combattere qui e ora".

Nausèda, il polacco Duda, l'estone Karis e il lettone Levits hanno anche sostenuto la necessità di indagare sui presunti crimini di guerra russi.

Alla delegazione doveva partecipare anche il Capo di Stato tedesco ma Kiev, stando alla stampa tedesca, ha bloccato il viaggio di Steinmeier per le posizioni considerate troppo vicine a Mosca.

Il presidente ucraino in una conferenza stampa al termine dell'incontro a Kiev con il presidente polacco e quelli dei tre Stati baltici ha voluto precisare che non c'è stata alcuna richiesta di visita ufficiale da parte del presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier o del suo ufficio.  Lo riporta il sito della Reuters.

Il telegiornale pubblico tedesco, Tagesschau, tuttavia dice che l'ambasciatrice tedesca a Kiev avrebbe ricevuto una comunicazione scritta dell'amministrazione presidenziale ucraina in merito al fatto che una visita di Steinmeier non sarebbe stata gradita.