EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La proposta del presidente lituano per aggirare il blocco del porto di Odessa

A sinistra il presidente lituano Gitanas Nauseda
A sinistra il presidente lituano Gitanas Nauseda Diritti d'autore AP/AP
Diritti d'autore AP/AP
Di euronews con Sasha Vakulina
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La solidarietà dei Paesi baltici verso l'Ucraina è straordinaria, la Lituania propone di usare i porti del Baltico per sbloccare l'export del grano (si riferisce alla Russia dicendo: quel Paese di cui conoscete bene il nome)

PUBBLICITÀ

I Paesi Baltici e la Polonia potrebbero offrire una via alternativa all'export del grano dell'Ucraina bloccato nel porto di Odessa sul Mar Nero.

A Davos il presidente lituano Gitanas Nauseda sostiene che il problema ha una duplice ripercussione  da un lato l'Ucraina non può esportare il suo grano in eccesso e dall'altro la mancanza del grano in Paesi come il Nordafrica può alimentare la spirale di una crisi alimentare globale. 

"Se non si riuscisse a sbloccare il porto di Odessa, ci sono altre alternative, altri canali per esportare il grano attraverso la Polonia e i porti dei Paesi baltici

 Sotto il profilo politico, il parlamento lituano ha votato all'unanimità una risoluzione secondo cui  l'invasione russa dell'Ucraina è un azione genocida.

"L'Ucraina sta combattendo non solo per la propria libertà, ma anche per la nostra; E noi capiamo questo meglio di chiunque altro in Europa, dal momento che siamo molto vicino a questo Paese, di cui lei consoce perfettamente il nome".

Vilnius ritira il proprio ambasciatore da Mosca il prossimo 1 giugno, in  base a un decreto presidenziale firmato lunedì; lo scorso 4 aprile il Paese baltico aveva espulso l'ambasciatore russo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I presidenti dei paesi Baltici e della Polonia in visita in Ucraina

Guerra in Ucraina. Zelensky: "Aiutateci o poi toccherà ai Paesi baltici"

Via al primo collegamento ferroviario tra Polonia e Cina, in aumento scambi commerciali con Europa