This content is not available in your region

Russia, con le sanzioni fare la spesa diventa sempre più difficile

Access to the comments Commenti
Di Euronews  Agenzie:  Afp
euronews_icons_loading
un edificio adornato con la lettera Z formata da un nastro patriottico russo di San Giorgio nero e arancione a San Pietroburgo, il 4 aprile 2022
un edificio adornato con la lettera Z formata da un nastro patriottico russo di San Giorgio nero e arancione a San Pietroburgo, il 4 aprile 2022   -   Diritti d'autore  OLGA MALTSEVA/AFP

Il fuoco di fila delle sanzioni economiche comincia a farsi sentire nella vita dei russi: dopo un mese di guerra, a farne le spese non sono solo imprenditori e oligarchi, ma anche i comuni cittadini, che nei supermercati vedono i prezzi salire alle stelle.

Basta andare in un qualunque minimarket di San Pietroburgo, per rendersene conto: i generi di prima necessità sono sempre più cari e le buste della spesa diventano sempre più leggere,

Secondo quanto riferito mercoledì dall'agenzia nazionale di statistica (Rosstat), i prezzi dei beni di consumo sono aumentati in media di quasi il 10% dall'inizio dell'anno; ma per alcuni articoli l'impennata sarebbe molto più pronunciata. 

Olesya Ogiyeva, un'operaia di 42 anni nella seconda città più grande della Russia, ha definito "strabilianti" gli aumenti.

"Torni a casa, prendi i tuoi acquisti e ti rendi conto che non hai praticamente comprato nulla, perché tutto è molto costoso", ha detto all'AFP.

AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
clienti alle vetrine per acquistare medicinali in una farmacia di San Pietroburgo, Russia, venerdì 1 aprile 2022AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Le vendite di nuove auto sono crollate del 63% circa in Russia nel mese di marzo rispetto all'anno precedente, ha riferito mercoledì l'Associazione delle imprese europee.

Rosstat ha detto che i prezzi per le nuove auto di marche straniere sono aumentati di oltre il 30 per cento dalla fine dello scorso anno, mentre le auto di marca russa sono aumentate di oltre il 20 per cento.

Andrei Yakovlev, direttore dell'Istituto per gli studi industriali e di mercato alla Scuola Superiore di Economia di Mosca, ha detto che il peggiore impatto economico delle sanzioni deve ancora arrivare.

"L'interruzione delle forniture di componenti in tutte le industrie inizierà tra circa un mese o un mese e mezzo", ha detto Yakovlev all'AFP.

"È possibile che un gran numero di imprese smetta di lavorare a causa di questo a maggio", ha detto, aggiungendo che alla fine decine o addirittura centinaia di migliaia di persone smetteranno di ricevere i salari.

Default?

Mercoledì, gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni contro le due figlie adulte di Putin e sanzioni di "blocco totale" sulle più grandi istituzioni finanziarie pubbliche e private della Russia, Sberbank e Alfa Bank. Ha anche detto che tutti i nuovi investimenti statunitensi in Russia sono ora proibiti.

Nello stesso giorno, il ministero delle finanze russo è stato costretto a rimborsare 649,2 milioni di dollari ai detentori di debito estero in rubli dopo che una banca corrispondente ha rifiutato di eseguire le istruzioni di pagamento

Le agenzie di rating hanno declassato la Russia e hanno avvertito che i pagamenti del debito denominato in dollari in valuta locale costituirebbero un default sovrano, il primo del paese da decenni.

In settimana gli Stati Uniti hanno vietato alla Russia di effettuare pagamenti di debito utilizzando fondi detenuti presso le banche americane, chiudendo ulteriormente all'angolo il Cremlino.

"Una banca estera corrispondente ha rifiutato di eseguire le istruzioni per il pagamento" del debito su due eurobond il 4 aprile, ha detto il ministero delle finanze russo.

"Al fine di adempiere agli obblighi del debito statale", il ministero ha detto che "è stato costretto a chiamare un istituto finanziario russo per effettuare i pagamenti necessari".

Il ministero delle finanze non ha specificato se il pagamento in rubli sia stato accettato.

"Se la Russia tenta di trasferire il pagamento in rubli - come ha avvertito in passato - attraverso una speciale procedura di pagamento istituita a metà marzo per le obbligazioni che non hanno una clausola di rimborso in rubli, questo costituirà un default", ha detto Elina Ribakova, vice capo economista presso l'Istituto di Finanza Internazionale, un'associazione dell'industria finanziaria con sede negli Stati Uniti.

"Putin impoverisce la Russia"

Il Cremlino ha negato i suggerimenti che la Russia potrebbe non pagare il debito estero.

"La Russia ha tutte le risorse necessarie per servire i suoi debiti", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ai giornalisti.

"Non ci sono motivi per un vero default".

AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Un uomo e suo figlio davanti a manifesti con la lettera Z, divenuta un simbolo dell'invasione, esposti nelle finestre di una casa delle arti per bambini a San PietroburgoAP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Timothy Ash, uno stratega dei mercati emergenti presso BlueBay Asset Management, ha detto, tuttavia, che sarà difficile per la Russia evitare un default sovrano.

"Putin sta impoverendo la Russia per gli anni a venire", ha detto in una nota ai clienti.

"Il default potrebbe non far crollare immediatamente i mercati russi e l'economia, ma avrà conseguenze devastanti a lungo termine".

L'ultima volta che la Russia ha mancato i pagamenti sul debito interno, denominato in rubli, è stato nel 1998, ma l'ultimo default sul suo debito in valuta estera è stato nel 1918 sotto il leader bolscevico Vladimir Lenin.

Negli ultimi anni, Mosca ha accumulato circa 600 miliardi di dollari in riserve di valuta estera, compreso l'oro, in gran parte dalla vendita di petrolio e gas naturale.

Il governo ha circa 40 miliardi di dollari di debito denominato in dollari o in euro, anche se solo la metà è detenuta da creditori stranieri.