EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Xi sostiene "tregua olimpica" dei conflitti proposta da Macron, il presidente cinese in Serbia

Il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente cinese Xi Jinping partecipano alla sesta riunione del Consiglio d'affari franco-cinese a Parigi, 6 maggio 2024
Il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente cinese Xi Jinping partecipano alla sesta riunione del Consiglio d'affari franco-cinese a Parigi, 6 maggio 2024 Diritti d'autore Mohammed Badra/AP
Diritti d'autore Mohammed Badra/AP
Di Euronews Agenzie:  AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Xi sostiene "tregua olimpica" dei conflitti proposta da Macron. Dopo i due giorni in Francia la visita del presidente cinese prosegue in Serbia

PUBBLICITÀ

Comincia oggi la visita del presidente cinese Xi Jinping a Belgrado dopo i due giorni trascorsi in Francia, dove il leader della Repubblica popolare cinese ha incontrato Emmanuel Macron e la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Macron ha ringraziato Xi per aver sostenuto l'idea di una tregua in tutti i conflitti, tra cui l'Ucraina, durante le Olimpiadi di Parigi di questa estate. "Ti ringrazio per aver mostrato il tuo desiderio durante i nostri colloqui di chiedere a tutte le parti di avere una tregua olimpica", ha detto Macron, aggiungendo che una tale tregua per "tutti i teatri" di guerra potrebbe aiutare a raggiungere una pace duratura nei conflitti.

Cina, Francia e Ue "desiderano tutti un cessate il fuoco rapido e il ritorno della pace in Europa, e sostengono una soluzione politica della crisi" ucraina. Le parti, ha affermato il presidente cinese "devono opporsi insieme all'estensione e all'escalation dei combattimenti, creare le condizioni per i colloqui di pace, salvaguardare la sicurezza energetica e alimentare internazionale e mantenere stabili le catene industriali e di approvvigionamento".

La Cina, ha osservato ancora Xi, "non ha creato la crisi ucraina, né ne è coinvolta". Da sempre, invece, Pechino "ha lavorato vigorosamente per facilitare i colloqui di pace. La posizione obiettiva e giusta della Cina e il suo ruolo costruttivo sono stati ampiamente riconosciuti dalla comunità internazionale". La Cina, in questo scenario, è pronta a rimanere in comunicazione con le parti interessate.

Pechino: sosteniamo adesione Palestina alle Nazioni Unite

La "prolungata tragedia del conflitto israelo-palestinese è una prova per la coscienza umana e la comunità internazionale deve agire", ha affermato Xi: "La Cina invita tutti a lavorare per un cessate il fuoco immediato, globale e sostenibile nella Striscia di Gaza".

Il presidente cinese ha ribadito che Pechino sostiene l'adesione a pieno titolo della Palestina alle Nazioni Unite. Pechino è a favore del "ripristino dei legittimi diritti nazionali" del popolo palestinese e di una pace duratura in Medio Oriente basata sulla soluzione dei due Stati.

La visita di Xi Jinping in Serbia

Non meno di 3.400 poliziotti sono mobilitati per la visita di due giorni del leader cinese, anche in controlli preventivi lungo le strade interessate dai cortei di auto, e nei luoghi istituzionali sedi degli incontri e dei colloqui che Xi avrà con il presidente serbo Aleksandar Vucic e gli altri massimi dirigenti serbi.

Stando ai media serbi, nel corso della visita del leader cinese, che è accompagnato da una delegazione di 400 persone, saranno firmati più di 30 accordi bilaterali. Altre 18 intese, la più importante delle quali un accordo di libero scambio commerciale, erano state siglate lo scorso ottobre a margine della visita compiuta a Pechino dal presidente Vucic per il forum sulla Via della Seta, nel corso della quale aveva incontrato il presidente cinese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ue è pronta a una "guerra commerciale" contro la Cina, avverte Ursula von der Leyen

Tesla, Musk in Cina per guida autonoma: accordo con Baidu e con governo Pechino

Spagna: Pedro Sánchez proporrà il riconoscimento dello Stato palestinese al Parlamento