This content is not available in your region

Judo, Grand Prix del Portogallo: la Corea fa il pieno di medaglie

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Judo, Grand Prix del Portogallo: la Corea fa il pieno di medaglie
Diritti d'autore  IJF

Un finale in crescendo rossiniano per il Grand Prix del Portogallo 2022.
Un trionfo per il nostro uomo del giorno, Jorge Fonseca, che ha dato spettacolo davanti al pubblico di casa.

Ippon dopo ippon, il due volte campione del mondo Fonseca - categoria sino ai 100 chilogrammi - ha superato le eliminatorie, decisamente motivato a vincere il primo oro Grand Prix nel suo Paese. 

In finale ha sconfitto il judoka svizzero Daniel Eich grazie a una performance brillante.

I fan portoghesi, estasiati, hanno celebrato l'eroe di Sao Tomé-et-Principe, capace della splendida impresa sul tatami di casa. 

Vítor Pataco, presidente dell'Istituto portoghese per lo sport e la gioventù era presente per consegnare le medaglie.

"È stato davvero importante per il Portogallo organizzare questo evento - ha commentato dopo la vittoria Fonseca - è una competizione del World Judo Tour della Federazione internazionale di judo, quindi è importante non solo per la crescita dei nostri atleti e per vincere medaglie, ma anche per le grandi manifestazioni che possono svolgersi qui. La pressione? Non l'ho sentita. Volevo solo divertirmi e offrire un buon spettacolo al pubblico, e lo abbiamo fatto insieme".

Il successo coreano

La nostra donna del giorno è la medaglia d'oro nella categoria -78 kg: si tratta della coreana Hyunji Yoon, incoronata vincitrice grazie a un contrattacco implacabile, che ha posto le basi per la performance da record del Team Korea: 9 medaglie complessive per gli atleti coreani. 

A premiare Yoon è stata Catarina Rodrigues, direttrice degli eventi della Federazione portoghese di judo.

"Mi sono allenata molto su tecniche precise e in posizioni specifiche. Mi sono anche esercitata su come risolvere rapidamente le situazioni senza farsi prendere dal panico, in tutti i casi , cercando di pensare strategicamente a come rispondere in ogni circostanza" spiega Hyunji Yoon.

Il sorriso dell'altra coreana, Hayun Kim, (-78kg ), vale oro. Quello che ha ricevuto dalle mani della direttrice degli eventi dell'IJF, Lisa Allan.

Un'altra medaglia d'oro della Corea è andata a Minjong Kim, categoria sopra i 100 kg, che ha affrontato il giapponese Nakamura in finale.

Un attacco brillante sferrato con un Uchi-mata di Kata-guruma ha regalato la medaglia d'oro a Kim. 

Ki-Young Jeon, direttore degli arbitri della IJF, ha consegnato a Kim il suo oro.

Italia, per un soffio

Nei -90 kg, l'olandese Jesper Smink ha portato a casa la medaglia d'oro nella finale che lo ha visto superare il suo avversario italiano, Christian Parlati.

Vlad Marinescu, direttore generale della Federazione Internazionale di judo, ha consegnato le medaglie.

Nel tweet: "Ancora fantastico judo per Jesper Smink, in cima al podio a -90kg. Una performance fenomenale nel suo primo torneo in una nuova categoria di peso per Christian Parlati, ma l'oro va a Smink!"

I portoghesi padroni di casa hanno organizzato un torneo da ricordare, con un pubblico appassionato che nei tre giorni della manifestazione ha animato il Complesso sportivo municipale della città di Almada.

L'inizio perfetto per il 2022 World Judo Tour.