Il presidente ucraino Zelensky : "la Russia è una minaccia per la stabilità europea"

Un militare ucraino di pattuglia nella regione orientale di Lugansk
Un militare ucraino di pattuglia nella regione orientale di Lugansk Diritti d'autore ANATOLII STEPANOV/AFP or licensors
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente ucraino Volodimir Zelensky chiede alla NATO sostegno e segnali forti contro la minaccia di aggressione da parte della Russia

PUBBLICITÀ

"Il presidente ucraino Volodimir Zelensky ha ricevuto una telefonata dal suo omologo francese, Emmanuel Macron, durante la quale i due leader hanno discusso l'importanza di perseguire la strada displomatica per disinnescare la crisi con la Russia.

Venerdi Zelensky ha ha convocato una riunione con gli ambasciatori europei e ha chiamato la stampa internazionale . Ha detto che la Russia rappresenta una minaccia imminente per l'Ucraina e per l'intero continente europeo; e ha detto che ciò che è in gioco in questo momento è la stabilità dell'Europa".

L'inviata di Euronews, Anelise Borges, ha chiesto al leader ucraino di chiarire alcune sue precedenti dichiarazioni. "Zelensky è famoso per minimizzare un po' le minacce, ha detto che la situazione era sotto controllo e che il panico non era giustificato. Ha detto che veicolare la paura e il panico avrebbe solo danneggiato la capacità del suo paese di affrontare la crisi attuale. Ha detto che ciò di cui l'Ucraina ha bisogno in questo momento è il sostegno militare, finanziario e morale, ed è il momento per la NATO di inviare un chiaro segnale all'Ucraina per capire se rimarrà o meno accanto al paese in vista dell'attuale escalation.

Zelensky ha detto che la missione della NATO non è solo prevenire la guerra, ma anche salvaguardare la pace.

Intanto dall'America arrivano le dischiarazioni del presidente Joe Biden che annuncia che il Pentagono ha preallertato 8500 soldati. Truppe che saranno dislocate sul confine ucraino anche se la prima opzione, preferibile, resta via della displomazia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'America pronta a inviare truppe sul confine ucraino ma si persegue la via displomatica

Lavrov: "Se dipende da Mosca non ci sarà alcuna guerra"

Ucraina: manifestazioni nelle città europee per i due anni dall'inizio della guerra