EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Documento delle potenze nucleari per evitare un confronto bellico senza ritorno

Documento delle potenze nucleari per evitare un confronto bellico senza ritorno
Diritti d'autore AP Photo/Ivan Sekretarev
Diritti d'autore AP Photo/Ivan Sekretarev
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito e Francia hanno adottato una dichiarazione congiunta sulla prevenzione della corsa agli armamenti e della guerra nucleare

PUBBLICITÀ

**Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito e Francia hanno adottato una dichiarazione congiunta sulla prevenzione della corsa agli armamenti e della guerra nucleare. Il documento è stato pubblicato sui siti ufficiali dei presidenti e dei governi di questi paesi.
**

Il documento dichiara che "non ci possono essere vincitori in una guerra nucleare che non dovrebbe mai essere combattuta", o, secondo la versione russa sul sito del Cremlino, "non dovrebbe mai essere iniziata".

Le grandi linee del documento

«La Repubblica Popolare Cinese, la Federazione Russa, il Regno Unito di Gran Bretagna, gli Stati Uniti d’America e la Repubblica francese considerano loro responsabilità primaria prevenire la guerra tra stati nucleari e ridurre i rischi strategici (...). Dichiariamo che non ci possono essere vincitori in una guerra nucleare che non dovrebbe mai essere scatenata. Poiché l’uso di armi nucleari avrebbe conseguenze di vasta portata, riaffermiamo anche che le armi nucleari, finché continueranno a esistere, devono servire a scopi difensivi, scoraggiare l’aggressione e prevenire la guerra. Riteniamo che l’ulteriore proliferazione di tali armi debba essere impedita».

«Riaffermiamo l’importanza di contrastare le minacce nucleari e sottolineiamo l’importanza di mantenere e aderire ai nostri accordi e impegni bilaterali e multilaterali in materia di non proliferazione, disarmo e controllo degli armamenti. Rimaniamo impegnati nei nostri obblighi ai sensi del Trattato di non proliferazione delle armi nucleari (TNP), compreso il nostro impegno ai sensi dell’articolo VI “in buona fede a negoziare misure efficaci per porre fine alla corsa agli armamenti nucleari nel prossimo futuro e al disarmo nucleare, come così come il disarmo generale e completo sotto stretto ed efficace controllo internazionale”». 

Ciascuno di noi intende mantenere e rafforzare ulteriormente le proprie misure nazionali per prevenire l’uso non autorizzato o non intenzionale di armi nucleari. Ribadiamo l’importanza delle nostre precedenti dichiarazioni non mirate e riaffermiamo che le nostre armi nucleari non sono mirate l’una contro l’altra o contro nessun altro Stato.

Le funzioni del deterrente nucleare

Le controparti insistono sulla natura esclusivamente difensiva dei loro arsenali nucleari e riaffermano l'inammissibilità della proliferazione di tali tipi di armi. Eppure l'insieme degli arsenali dell'Europa dell'est non ha cessato di arricchirsi di nuovi ordigni sempre più letali, alcuni con la possibilità di diventare il vettore di ogive nucleari e questo riguarda tutte le potenze nucleari.

Il ministero degli Esteri russo insiste sul fatto che la dichiarazione è una iniziativa di Mosca per la Conferenza sulla non proliferazione delle armi nucleari che avrebbe dovuto iniziare questa settimana ma è stata rinviata a causa del peggioramento della pandemia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Prove tecniche di guerra tra Russia e Ucraina

Stati Uniti mettono in guardia la Russia, che parla di "minaccia di guerra" in Ucraina

Onu: Israele potrebbe aver commesso crimini di guerra per liberare i quattro ostaggi a Nuseirat